Fisco

Il regalo di Lega e 5Stelle alla Sardegna: più tasse e stato di polizia
Fisco Politica

Il regalo di Lega e 5Stelle alla Sardegna: più tasse e stato di polizia

Le tasse giuste per la Sardegna devono poterle decidere i sardi, non Di Maio, non Salvini e tanto meno il duca longobardo Zoffili. Noi diciamo: siano i sardi a decidere. Ci servono poteri, non tasse e persecuzioni, non poliziotti, agenti sotto copertura pronti a spiare chiunque sia sospettabile di qualcosa, e tantomeno giudici sceriffi.
Una piccola preghiera ad alcuni esponenti della Sinistra sarda: noi siamo sui monti, solo quando deporrete il frac fatevi sentire… (LEGGI)

Debiti: se sono sardi pesano, se della Lega volano
Fisco Politica

Debiti: se sono sardi pesano, se della Lega volano

La Lega, condannata a restituire allo Stato 49 milioni di euro, ha raggiunto l’accordo con la Procura di Genova per restituirli in 76 anni. La ragione? Fare in modo che il prelievo non impedisse la attività politica. (…) In Sardegna sono fallite migliaia di imprese alle quali lo Stato non ha concesso che una rateizzazione in cinque anni. Questa è l’Italia del Governo del cambiamento. Di Maio a giugno ha gridato in piazza: “Lo Stato siamo noi!”. Appunto: si vede. (LEGGI)

Verso Tramatza 23/9: centodieci tasse, due secoli di persecuzione del Nord e adesso siamo anche colpevoli. Il grafico del potere italiano
Evidenza Fisco Politica

Verso Tramatza 23/9: centodieci tasse, due secoli di persecuzione del Nord e adesso siamo anche colpevoli. Il grafico del potere italiano

In Italia negli ultimi vent’anni le tasse sono aumentate del 65%. In valore assoluto il dato è di 198 miliardi di aumento in vent’anni. In Sardegna nel decennio 2004-2014, il tasso di povertà relativa è aumentato del 6,9%. Anche i ciechi capirebbero che la causa principale della povertà in Sardegna è il prelievo ingiusto della ricchezza necessaria a combatterla. (…) Guardate questo grafico: quanti presidenti del Consiglio dei ministri provenivano dal Nord Italia nel Regno d’Italia? E quanti nella Repubblica italiana?
Quando noi diciamo alla Destra e alla Sinistra sarde che occorre convergere in un terreno comune, che occorre una tregua interna per mettere a posto le istituzioni sarde e dotarle di veri poteri, possibile che non se ne colga l’urgenza? O si pensa che vincendo di un voto in più si abbia poi la forza di unire la Sardegna per avere la forza necessaria per un cambiamento di orizzonte così forte come è necessario realizzare? Lo ripeto da anni: la competizione tra le elite sarde è la causa della debolezza della Sardegna nel mondo. Siamo troppo pochi per dividerci e abbiamo più ragioni per unirci che per distinguerci. (LEGGI)

Verso Tramatza 23/9: i sardi tartassati e gli italiani fatti salvi. Storia di fughe di soldi. La beffa del sole
Fisco Politica

Verso Tramatza 23/9: i sardi tartassati e gli italiani fatti salvi. Storia di fughe di soldi. La beffa del sole

Ieri è bastato far notare che Conad del Tirreno non paga le tasse in Sardegna (insieme a tanti altri, si badi) per scatenare un’aggressione (…) Lo abbiamo sempre denunciato: la Sardegna è la Regione d’Italia con la più alta percentuale di versamenti per accertamenti pro capite. Siamo spremuti, ipercontrollati e vessati. In sostanza, in Sardegna qualsiasi società ha la certezza di un accertamento fiscale e una probabilità su due di pagare ulteriori imposte. Non è un vivere civile, è un Vietnam.
Tutto questo riguarda le prossime elezioni sarde? Rispetto a questi temi, in che cosa si differenziano i sardi? In niente. Siamo tutti d’accordo. E allora perché ci dividiamo in Destra e Sinistra italiane? (LEGGI)

Verso Tramatza 23/9: Zuncheddu e Cellino danno, Conad e H&M prendono
Fisco Politica

Verso Tramatza 23/9: Zuncheddu e Cellino danno, Conad e H&M prendono

Perché Alberto Cellino paga le tasse in Sardegna per le sue aziende e Conad del Tirreno, che fattura milioni in Sardegna, le paga in Toscana? Perché Sergio Zuncheddu paga le tasse in Sardegna per le società che operano in Sardegna e a Milano per quelle che operano a Milano e invece MD Spa le paga in Trentino o comunque solo dove ha collocato la sede legale? (…) Abbiamo la consapevolezza che entrare nei negozi delle aziende che non pagano le tasse in Sardegna equivale a fare la stessa scelta di comprare il Grana Padano piuttosto che il Gran Campidano o di condire la pasta col Parmigiano anziché col Pecorino? (LEGGI)

Fisco: la persecuzione dei piccoli
Fisco Politica

Fisco: la persecuzione dei piccoli

I dati sul contenzioso raccontano la resistenza legale (quella più diffusa, invece, è lavorare in nero) dei piccoli di fronte all’incombenza del Fisco italiano.
In Sardegna sono pendenti presso le Commissioni tributarie provinciali 4.050 ricorsi. Di questi, 3.114 (pari al 76,8%) sono nella sola Commissione tributaria di Sassari. C’è da farsi una domanda: o a Sassari c’è veramente gente che lotta e si difende o c’è una persecuzione fiscale in corso che ha generato una ribellione legale.
Ma come vanno a finire i ricorsi?
Mediamente il 30% dei contribuenti se la scampa nel primo grado di giudizio. Un altro 10% vince nel secondo grado. (…)
Il Fisco mediamente vince una volta su due, cioè il Fisco sbaglia una volta su due.
Non è uno Stato, è una monetina lanciata in cielo. (LEGGI)