Politica

Astenersi prepotenti e perditempo
Elezioni Politica

Astenersi prepotenti e perditempo

Esistono anche i sardi liberi, che non devono chiedere un favore a nessuno, che hanno subito persecuzioni giudiziarie di chiara origine e orientamento politico e mai una cortesia giudiziaria, che non amano né il lusso né il denaro, che non fraintendono l’amicizia con la complicità, che non opprimono gli amici e i conoscenti con insane ambizioni, che hanno un sano desiderio di liberare il cielo da un certo politico parassitario. A questi sardi sono rivolte le primarie nazionali della Sardegna. (LEGGI)

Decide la Sardegna, non WhatsApp
Elezioni Politica

Decide la Sardegna, non WhatsApp

In Brasile le elezioni sono state intossicate da milioni di messaggi WhatsApp pieni di notizie false. In Sardegna si ha paura di far votare i sardi sui candidati alle regionali. Meglio l’incontro reale con una persona che vota e lotta che centomila messaggini falsi e accattivanti. Il 16 dicembre sarà rivoluzione di libertà.
(LEGGI)

Spiati dal governo sulle spese immorali e osservati mentre si vota
Politica Privacy

Spiati dal governo sulle spese immorali e osservati mentre si vota

Hanno iniziato con la card del reddito di cittadinanza. Di Maio ha tuonato: “Il reddito di cittadinanza sarà erogato su una carta che garantisce tracciabilità. Così si impedisce l’evasione e le spese immorali”. (…) Chi decide che cosa è immorale? Ovviamente lo Stato del Bene Assoluto. (…) Adesso è passato alla Camera dei deputati un progetto di legge per le cabine elettorali trasparenti, in modo che si possa essere osservati mentre si vota. (LEGGI)

Debiti: se sono sardi pesano, se della Lega volano
Fisco Politica

Debiti: se sono sardi pesano, se della Lega volano

La Lega, condannata a restituire allo Stato 49 milioni di euro, ha raggiunto l’accordo con la Procura di Genova per restituirli in 76 anni. La ragione? Fare in modo che il prelievo non impedisse la attività politica. (…) In Sardegna sono fallite migliaia di imprese alle quali lo Stato non ha concesso che una rateizzazione in cinque anni. Questa è l’Italia del Governo del cambiamento. Di Maio a giugno ha gridato in piazza: “Lo Stato siamo noi!”. Appunto: si vede. (LEGGI)

Il silenzio dei vigliacchi
Politica

Il silenzio dei vigliacchi

Quando si usa l’ignoranza anziché combatterla; quando si usano le piattaforme digitali per manipolare anziché per comunicare, si sta dicendo chiaramente di avere in testa un regime come quello ben descritto dal film “V for Vendetta”, un film nel quale l’arte e l’immaginazione hanno previsto ciò che sta puntualmente accadendo. (…) Sono stanco di gente che mi viene a dire che abbiamo ragione a opporci a questa deriva autoritaria, ostile alla libertà umana e alla Nazione Sarda, e poi non si esprime, non combatte, prosegue nella sua comoda vita quotidiana (FATTO)

La scomoda verità di fronte alle alluvioni
Infrastrutture Politica

La scomoda verità di fronte alle alluvioni

Intanto, quanto è piovuto?
Prendiamo i dati alle 2 di stanotte. In un giorno, dalle 2 del 10 alle 2 del mattino dell’11 sono caduti 452 mm di pioggia. La media delle piogge in Sardegna è di 760 mm annui. Quindi a Capoterra è piovuto più o meno in un giorno quando piove in Sardegna in sette mesi. (….)
Non voglio commentare i crolli sulla Strada Statale 195 perché perderei il controllo e non voglio perderlo (e peraltro ci sono crolli e crolli, crolli di cose vecchie e crolli di cose nuove). Ma c’è un solo nome da fare: Anas. Noi dobbiamo scrollarci di dosso questo mostro di Stato, inconcludente, pachidermicamente lento, che fa manutenzioni ridicole (quando le fa), che accentra ogni progetto a Roma, che ha procedure centralizzate interne che durano un’era geologica, che trattiene su ogni appalto il 12% di aggio, più le spese e i ribassi. (LEGGI)