Alcuni enti vengono nominati nei titoli della legge ma poi non hanno un articolo dedicato. Non esistono. Non ci sono. Non si trovano. Allora bisogna essere onesti: se per fare le leggi e per capirle si deve ricorrere agli oppiacei, lo si deve dire con onestà. Se lo spazio, il tempo, la logica sono stati aboliti dalla Giunta e per capirsi bisogna farsi di qualcosa, si deve indicare ai cittadini di che cosa. E che diamine: siamo tutti uguali di fronte al piacere […]

La Giunta regionale in carica, che ha già consumato quasi un anno della sua vita (ars longa, vita brevis…), gode di prerogative, immunità e impunità sconosciute ai governi regionali precedenti. Ne forniamo l’elenco con formule di rapido apprendimento […]

Lo avevamo già spiegato a chi istituzionalmente dovrebbe fare l’opposizione: la segretazione a tempo delle delibere ha un preciso intento comunicativo: rendere egemonica la Giunta sulla comunicazione dei giorni immediatamente successivi all’assunzione delle delibere. A distanza di dieci giorni, la notizia non è più di primo piano, il vino nuovo è ben diluito nel vecchio e recuperare l’attenzione dell’opinione pubblica è faticoso.

Allora si prenda nota, nei Palazzi dell’Ingiustizia italiana, che non si deve più insegnare ai giovani a prepararsi in modo adeguato per i ruoli apicali. No, adesso non è più necessario in Sardegna. Adesso si deve ottenere prima l’assunzione per ragioni, diciamo, ‘fiduciarie’, poi si ottengono le leggi ad hoc, cioè il vestito normativo più congruente con le proprie capacità. E lo dico io, perché non tutti possono dirlo, e per questo molti tacciono […]

Come per qualsiasi disegno di legge, anche per la «Quarta variazione di bilancio e disposizioni varie» (…) l’Ufficio legale ha predisposto una relazione di commento, che in genere serve a modificare le norme in contrasto con l’ordinamento o possano generare contenzioso col Governo o con i privati.
Ecco il testo.
Faccio solo notare tre sottolineature.

Oggi la puntata della serie è dedicata al comma 17 dell’art. 8. Esso prevede che per soccorrere Argea nello smaltimento delle pratiche pregresse – che non sono 90000, ma forse un terzo – si crei una task force (semper fidelis) composta da personale della Regione e/o della amministrazione pubblica, che andrà a operare dove? Non in Argea, ma in Presidenza. La logica va a pallino, ma il pallino è saldamente in mano alla Giunta. Quante sono le indennità previste per questa task force? Fino a 200.

Regione: Gabinetti poco trasparenti

Questo sito ha costretto con i propri articoli l’Università di Sassari, cioè un’istituzione, a rispettare le regole di trasparenza che rispettano tutti gli Atenei d’Italia. Sono finalmente comparsi sul sito sassarese curricula, compensi e rimborsi, sebbene su questo ultimo versante vi sia ancora molto da ridire. Ma è già qualcosa.Non si capisce allora perché questo […]

Dopo di che l’assessora, afferma a chiare lettere: “l’indirizzo politico sono io”. Giusto. Ma chi lo ha messo in dubbio? Il Capo di Gabinetto? Ma davvero? E dunque siamo a uno scontro formale sul modo di intendere il potere? E si usa, per litigare su aspetti così importanti, la carta e la penna e ci si bisticcia in pubblico per stabilire definitivamente chi dorma sopra e chi sotto nel letto a castello? Auguri! Un ottimo inizio. (LEGGI)

Come si forma una Giunta

Ci sono tre modelli per formare una Giunta:
1 – si scelgono assessori che abbiano due caratteristiche: essere uomini politici autentici (cioè capaci di unire visione e consenso) ma che siano anche uomini di governo, (…);
2 – si scelgono assessori di consenso e di cemento della maggioranza parlamentare (…);
3 – si scelgono assessori di propaganda, come nel caso precedente… (LEGGI)