Con noi gli arresti, con loro i guanti

… se c’è una cosa certa è che se Abbanoa sta precipitando in una crisi che più nera non si può questo è dovuto al ‘manico’, alla politica, non è un fatto casuale.
Eppure, tutto è cortese, tutto è senza dolo, tutto è leggiadro (…)
E dunque, c’è una regola in Sardegna: arrestare noi, per far banchettare loro. Noi siamo orgogliosi di essere avversari irriducibili di questa gente.
Noi abbiamo sofferto sulla carne i pregiudizi di certa magistratura italiana (ma abbiamo il sospetto che il problema sia in certa Polizia Giudiziaria sarda) e le trame della Segretissima Massoneria Fognaria di Antica Area Palustre.
Ma non siamo morti e questo è un bene per la Sardegna e un problema per il collegio fognario di cui sopra (…)