Sanità: coito interrotto a Sassari

Alle ore 20.14 del giorno 12 settembre, i giornalisti di mezza Sardegna hanno ricevuto su whatsapp il seguente messaggio dell’Ufficio Stampa della Presidenza della Giunta regionale:

Cari colleghi la Giunta ha nominato Giovanni Maria Soro commissario straordinario dell’Azienda Ospedaliera Universitaria di Sassari; l’avv. Marcello Medici commissario straordinario dell’Istituto dei Ciechi della Sardegna Maurizio Falqui.
Approvata la ripartizione a favore dei comuni di La Maddalena e Carloforte delle risorse per l’abbattimento dei costi di trasporto sostenuti dai passeggeri non residenti sulle tratte marittime“.

Alle 20.19 dallo stesso mittente la stessa platea di giornalisti riceve le note biografiche del dottor Soro con i consentiti ottimistici auspici:

“BREVE NOTA BIOGRAFICA SORO
Nato a Sassari dove vive sino all’età di 18 anni.
Maturità classica e laurea, con lode, in economia aziendale nel 1994 alla Università Bocconi con orientamento in economia delle amministrazioni pubbliche.
Dopo il servizio militare, come ufficiale di complemento della Guardia di Finanza, lavora per quasi 10 anni per società di consulenza piccole (Innovazione in Sanità) e grandi multinazionali (KPMG e Deloitte) sempre nell’area Public Sector; nel 2012 ne crea, insieme all’AD, una (Engineering Management Consulting) all’interno del gruppo IT engineering oggi diventata la divisione consulenza del gruppo.
Durante gli anni della consulenza, è impegnato in progetti di innovazione e cambiamento per strutture sanitarie pubbliche e private e per enti della pubblica amministrazione (piani strategici, budget, controllo di gestione e riorganizzazione di strutture e processi di funzionamento, piani di razionalizzazione dei costi, etc) in più di dieci diverse realtà regionali.
Da luglio 2005 ad oggi ha lavorato ed ha avuto incarichi nelle direzioni strategiche delle aziende sanitarie pubbliche e private dove assume i ruoli di Direttore Amministrativo (ASL di Cagliari), Direttore delle attività Sociosanitarie (AUSL di Piacenza) e Direttore Generale (Pio Albergo Trivulzio, ASL di Torino e Provincia Lombardo Veneta dell’Ordine Ospedaliero Fatebenefratelli).
Una professionalità come quella di Soro, che conosce molto bene il Sistema sanitario, le aziende pubbliche e private che vi operano ed il modello di funzionamento potrà essere utilmente impiegata in quella che sarà la nuova prospettiva dell’AOU di Sassari e nel nuovo percorso di evoluzione del SSR della Sardegna”.

Alle 21.06 arriva il seguente drammatico messaggio sempre dallo stesso mittente e sempre agli stessi destinatari:
“Chiedo scusa ai colleghi. La notizia della nomina del commissario dell’azienda ospedaliera di Sassari è da ignorare”.

Di tutto questo, noto a tutti gli organi di informazione della Sardegna, significativo di tante cose sul piano del metodo di lavoro della Giunta e del conflitto politico nella maggioranza (e del sonno dell’opposizione) i sardi non hanno trovato una sola parola in nessun organo di informazione della Sardegna. Prosit.