Politica

I cacciatori di polli

Cappone4A cosa serve approvare in fretta e furia una manovra finanziaria da circa 7,5 miliardi di euro dopo una discussione troppo veloce per non far pensare ad un provvedimento di pura propaganda elettorale? Un golpe anomalo, perché almeno nei colpi di stato di sudamericana memoria il generalissimo di turno di elezioni non ne sentiva proprio il bisogno.

Serve per aprire ufficialmente la caccia al pollo, quello che crede che le spese promesse con l’attuale Finanziaria potranno migliorargli la vita. Ad esempio, gettando fumo negli occhi e facendo credere che le accise sui prodotti petroliferi raffinati rimarranno interamente nelle casse della Regione. Bello a vedersi, indubbiamente, ma fatto così poco realizzabile se non si farà una seria battaglia con lo Stato italiano che sicuramente ha poca voglia di privarsi di un miliardo di euro all’anno.

Serve per stimolare il marchettificio e favorire qualche grande elettore, ben sapendo che dopo il voto comunque dovranno essere fatte nuove scelte in materia economico-finanziaria, a partire dall’approvazione del Prs, il Programma regionale di sviluppo per l’intera nuova legislatura.

E’ la Finanziaria della scorrettezza rivolta a chi vuole ancora tenere l’anello al naso.

(CG)