Sermonellosi in aumento, Arru non trova i vaccini

23 marzo 2017 07:591 commentoViews: 511

di Paolo Maninchedda
Inutile, totalmente inutile cercare la verità sui giornali. Questa malattia della sermonellosi ormai ha colpito tutti ed è associata alla scrupolopenia.
In sostanza, l’urgenza di dire qualcosa porta a sermonellare sulle balle (vedi le bombe a Olbia oggi sulla Nuova); il fastidio dei fatti (noto in medicina con il nome ‘E mi viene un malumore’ ogni volta che la Regione raggiunge un risultato) porta la notizia di Capoterra a pagina 26  dell’Unione Sarda; la sindrome dello ‘scandalo quotidiano perché la normalità mi innervosisce‘, altrimenti nota con la celebre frase di un giornalista televisivo del Nuorese (‘dì qualcosa contro la Regione se no non buchi‘) porta in prima pagina le dighe nuoresi gestite da Abbanoa (peraltro con titolo ad effetto su un articolo più che corretto). Siccome poi qualcosa non torna, si dà la parola alla controparte, in modo da contenere la febbre etica da scrupolopenia, ma nel frattempo si è data soddisfazione alla dose quotidiana di scandali con cui nutrire l’indignazione del pubblico.
Viviamo in un mondo in cui non si riesce a dare la notizia normalmente, che so io: “Iniziato l’iter delle bonifiche belliche del Piano Mancini“; oppure: “Iniziate le manutenzioni delle dighe della Sardegna“; oppure: “Finalmente sistemata la foce del rio San Girolamo“.
No, troppo normale, troppo serio, troppo quotidiano, troppo ispirato al dovere di non sprecare l’esistenza.
Serve sermonellare, serve megafonare, far casino.
Spiace dirlo ma il noto programma elettorale di un noto uomo politico è diventato il manifesto dei media: “Feti casinu“. Si dimentica che lo stesso uomo politico usa un’altra frase per rispondere alle opposizioni: “Fruscia, fruscia“, che in gallurese significa “Fischia, fischia“. Si dimentica, cioè, che il chiasso e le balle rendono inutile la democrazia, riducendo la dialettica a una polifonica di cinguettii fischianti.

1 Commento

  • Finalmente sul Fruscia,Fruscia c’è l’intesa accantonando per un momento le vasche di laminazione.Ma un modo di qualificare i soloni che rilasciano dichiarazioni ai giornali (… Naturalmente sono sempre gli altri a lavorare e le soluzioni proposte sempre criticate … a parole) potrebbe essere il detto Sassarese Pidocciu Azzaddu che identifica i tanti nostri tromboni.

Invia un commento