Informazione, Politica, Trasporti

La trasparenza dell’Università e La Nuova che perde quasi 800 copie in un mese

Nella sezione Performance del sito Amministrazione trasparente dell’Università di Sassari si legge che una parte della retribuzione dei propri dipendenti è legata al raggiungimento degli obiettivi organizzativi anche in materia di trasparenza e anticorruzione.  Dell’ammontare di questi premi, inoltre, l’amministrazione dà conto in un’apposita sotto-sezione Ammontare complessivo dei premi. Convinto di trovare l’ammontare dei premi erogati, ci ho cliccato sopra. Cosa vien fuori? Nulla.
Provate anche voi, chissà che siate più fortunati.
Cosa dice la legge?
Ecco qui: Art. 20 del decreto legislativo n. 33/2013: “le pubbliche amministrazioni pubblicano i dati relativi all’ammontare complessivo dei premi collegati alla performance stanziati e l’ammontare dei premi effettivamente distribuiti“.
I casi sono due:
a) non vengono distribuiti premi al personale, soprattutto ai dirigenti che hanno però una compenente importante della retribuzione legata al raggiungimento dei risultati;
b) i premi vengono distribuiti e non pubblicati, e buonanotte al secchio di chi crede nella sovranità della legge.
Tuttavia, vorrei ricordarlo, il girare la faccia, il non raccontare e rendere leggibili i fatti, non porta fortuna.
Sono stati pubblicati i dati delle vendite dei quotidiani italiani dell’aprile 2019.
La Nuova Sardegna passa da 27.830 copie vendute a marzo a 27.051 vendute a aprile, perdendo 779 copie in un mese. Trovate i dati qui.