Il Marganai

25 dicembre 2014 23:040 commentiViews: 381

di L. Marongiu
marganai1Partenza dalla località Carraras, facilmente raggiungibile dal centro di Iglesias.
Dal parco delle Rimembranze prendere la strada che passa alla sinistra della chiesa di Valverde, tenersi sulla destra e proseguire dritti. Superare due edifici, una scuola materna ed un istituto superiore. Svoltare al secondo incrocio a sinistra, subito dopo una fattoria.
In salita incontreremo un deposito per l’acqua, superato il quale scendiamo.
Dopo circa 1km la strada sale sino a raggiungere uno spiazzo ed un ingresso sulla destra chiuso da una catena, lasciamo le auto.
Dopo alcune centinaia di metri dalla catena su una piccola collina notiamo dei ruderi. Più su troveremo il pozzo sacro di età nuragica.
Si riprende la marcia per arrivare ad un grande anfiteatro tra le rocce, si tratta di una cava di calcare utilizzato per la costruzione della diga sul rio Canonica.
Da qui si restringe il sentiero, ed inizia la gola di Gutturu e Xeu con le sue pareti calcaree, sarà possibile scorgere alcune specie di rapaci, tra le quali l’aquila reale.
La salita termina con un ponte perpendicolare al tracciato.
Svoltando a destra raggiungiamo, dopo un km, l’incrocio.
Andiamo a sinistra, dopo un altro km arriviamo alla colonia Beneck, struttura degli anni sessanta della mineraria Monteponi, durante l’estate ospitava i figli dei dipendenti.
Riprendiamo la strada principale e svoltare a sinistra, dopo meno di due km, fino alla caserma della forestale, loc. Marganai circa 720 m s.l.m. non lontano dal piccolo centro abitato di San Benedetto frazione di Iglesias.
marganai2Dopo una pausa ristoro potremmo visitare il Giardino Montano Linasia, il cui nome deriva dal massiccio del Monte Linas, si estende per circa 9000 mq.
Per il ritorno si può riprendere la strada dell’andata o, superato l’eliporto si raggiunge dopo 400 metri un incrocio con cartelli.
Andiamo a destra sulla strada panoramica. Si aprirà davanti una veduta che spazia dalla pianura del Cixerri, alla città di Iglesias, al bacino del lago Corsi. Dopo alcuni chilometri (2,5 km dai cartelli)ritroveremo l’incrocio ad ipsilon ed andremo a sinistra, arriveremo dopo circa 900 metri al ponte percorso all’andata, proseguendo dritti, dopo 2,5 km circa, vedremo sulla sinistra antichi scavi minerari, si tratta della miniera di ferro di Tintillonis con le caratteristiche tramogge di carico.
Ancora 800 metri e siamo alle auto.

In auto
Da Iglesias, sulla s.s. 126, si arriva al bivio per San Benedetto, e si raggiunge il centro abitato: al primo incrocio si trovano i cartelli indicatori. Dopo 4 km. si arriva all’ingresso della Foresta, da dove si prosegue verso la località Case Marganai: l’ingresso del Giardino, vicino al quale ci sono i locali della Foresta Demaniale e il “Museo Casa Natura”.

A piedi
percorso: facile
lunghezza: 12,5 km
durata: circa 3 ore
Giardino Montano Linasia visita guidata: linsia@tiscali.it 078120061

Invia un commento