Politica

Sovranisti: o in movimento o morti

sovranitàRiepiloghiamo.
1) Renzi fa l’accordo con Forza Italia e nega il collegio sardo alle europee.
2) È imminente l’accordo sulla riforma del Titolo V. È altamente probabile che i due partitoni del neocentralismofacciamotuttonoienonrompetecilescatole  eliminino le Regioni a Statuto Speciale;
3) ai due partitoni non è sembrato vero non ripristinare le preferenze e continuare a nominare deputati e senatori nelle segreterie dei partiti.
4) Di fronte a tutto questo, nella direzione regionale del Pd, importanti dirigenti hanno rispolverato il repertorio del disprezzo indirizzandolo verso i sovranisti;
5) di fronte a tutto questo, l’unico partito in movimento rispetto alle nostre posizioni è Sel; in stand by il Centro Democratico.
Mi pare evidente che o ci si muove rapidamente a creare un grande soggetto politico della sovranità o ci si arrende a questo decisionismo centralista, inconcludente e prepotente.
Servono date, obiettivi, organi di consultazione e di decisione. Ogni giorno perso è un giorno guadagnato dal neo-conformismo burocratico italiano.