La Carrozza degli orrori

3 dicembre 2013 07:413 commentiViews: 143

orroriLa Carrozza non è quella di Biancaneve ma quella degli impiccati…

Mentre i giornali sardi danno spazio alla rissa scaturita dalle parole di Michela Murgia (dopo aver pronunciato il nome, fate la riverenza se no si incazza), il ministro della Pubblica Istruzione Carrozza fa cose che la dicono lunga sul futuro della scuola e dell’Università in Italia e di conseguenza (ahimé) in Sardegna.

In primo luogo, la Ministra di Ferro annuncia che la sperimentazione del Liceo di quattro anni (anziché di cinque) si farà, udite udite, al Liceo Internazionale per l’Impresa di Brescia, scuola paritaria finanziata dall’Associazione industriali della città.

È come se il test per verificare se tutti gli uomini possono correre i cento metri in meno di 10 secondi netti venga fatto non su di noi ma sul velocista Usain Bolt. Perché il ministro non fa il test sul Pacinotti di Cagliari, o sull’Azuni di Sassari, o sul Tecnico Commerciale di Macomer? Perché il test sarebbe a esito incerto. E quindi che fa? Sceglie la scuola col Dna modificato, generata e non creata della stessa sostanza della Confindustria, e, dinanzi all’ottimo esito dell’esperimento, dichiara che l’esperimento è riuscito e che chi non riesce a raggiungere i risultati dell’esperimento è malato. La sardegna? Non pervenuta per difetto di Stato.

Ma la Carrozza degli Orrori ne difende anche un altro, già realizzato. Voi sapete che le Università sono fatte di docenti e di strutture. Il reclutamento dei docenti è decisivo. Che cosa ha fatto la Carrozza? Nel 2013, anziché consentire che gli Atenei coprissero almeno in parte i posti dei docenti andati in pensione, ha aperto un ordalia tra gli Atenei, una gara barbarica. In sostanza, come si fa sempre, si è inventato un parametro che ha al numeratore un numero proporzionale al gettito delle tasse pagate dagli studenti e al denominatore un numero proporzionale ai costi dell’Ateneo. Secondo voi, quali sono state le università che non hanno potuto bandire concorsi? Quelle col minor numero di studenti o con le tasse più basse. E quale è l’Ateneo che ha visto incrementare del 964% la propria capacità di reclutamento? La scuola Superiore Sant’Anna. Di quale Ateneo è docente il Minsitro? Ditelo voi. Dove se la prendono le due università sarde? Ditelo voi.

3 Commenti

  • Paolo ma in Scozia oggi come oggi, senza indipendenza intendo, se non sbaglio non è possibile che il governo di Londra imponga a quello scozzese il tipo di scuola ed università?
    Perchè noi invece siamo costretti a subire ciò che decidono a Brescia?
    Forse servirebbe un bel referendum come quello che hanno fatto e vinto gli scozzesi nel 1997?

  • Sodomizzati e ustionati…niente male.
    In mezzo a questi sfaceli naturali (e urbanistici), lavorativi, culturali,ora più che mai serve essere uno Stato!Ora più che mai servirebbe governare la Regione con la testa di uno statista!

  • Gianni Benevole

    Approssimazione e slogan distanti anni luce dalla realtà. Una costante per questo pseudo governo. Mettiamoci comunque tranquilli nelle mani di Renzi che ieri mi ha fatto venire i brividi nel sentirlo dire : ” La riforma Fornero va cancellata perché non consente agli imprenditori di assumere “. Probabilmente di quella riforma Renzi non conosce un solo comma! Il Ministro Carrozza con una sperimentazione così strutturata, potrà al massimo scoprire l’acqua calda. Stia attento a non ustionarsi!

Invia un commento