I divorziati senzatetto: la notizia censurata

20 novembre 2016 08:432 commentiViews: 837

images6di Paolo Maninchedda
Ottavio Sanna è assessore del Comune di Sassari.
Ottavio Sanna è un dirigente del Partito dei Sardi.
Mettere insieme le due cose è troppo difficile per i media. Ottavio Sanna sui giornali è sempre assessore e mai dirigente. Il nome del Partito dei Sardi non viene mai associato alla qualità delle politiche realizzate.
Fatto è che Ottavio ha costruito la prima politica pubblica di soccorso per i divorziati che si trovano, in ragione delle vicende del loro divorzio, a non avere più una casa.
È nata in via Monte Grappa la “Casa 19 marzo”, una struttura di co-housing con sette camere doppie. In sostanza, chi è in difficoltà troverà un alloggio a canone calmierato, un luogo dove riprendere fiato per poi ripartire.
Queste non sono politiche socialiste o misericordiose. Sono politiche indipendentiste, fatte da persone che hanno imparato a sentire il dovere dell’amore per i propri concittadini, persone che non hanno paura di amare. In una terra che è stata specializzata nei secoli a coltivare l’odio e la separazione interna, queste sono politiche di coesione nazionale, che hanno radici antiche, umanitarie, cristiane e se si vuole anche socialiste, ma che oggi sono la rappresentazione di un popolo che sa soccorrersi, che sa amarsi.

2 Commenti

  • È senza dubbio una notizia importante. L’avevo letta con molto interesse.Ora ho il piacere di associare i miei complimenti all’assessore per avere realizzato una iniziativa di grande spessore sociale. È buona cosa mettere in risalto le realizzazioni dei nostri amministratori spesso oggetto di segnalazioni di ciò che non funziona.

  • Bravo Ottavio, complimenti al Partito dei Sardi che gli tributa il giusto riconoscimento.

Invia un commento