Ma il meccanismo per dare soldi alle squadre professionistiche non lo ha inventato la Destra: è tutto di perfetta concezione di Sinistra.
È la legge 21 del 2015 che, sull’onda dei pasticci di Sardegna Promozione e dei rilievi dell’UE sulle sponsorizzazioni sportive, ha messo su un meccanismo per cui la Regione dice ufficialmente di selezionare i soggetti con i requisiti per svolgere la promozione dell’Isola, poi affida loro milionate di euro per le campagne pubblicitarie. In sostanza, prima seleziona il fornitore senza parlare di soldi, individuatolo gli dà un pacco di denari per i servizi pubblicitari.

Pietro Mennea, l’immortale

Sono passati 40 anni da quel 19.72.  Era il 12 settembre del 1979 e a Città del Messico, dove l’aria è rarefatta e il respiro si spezza fin dallo scattare dai blocchi di partenza, Pietro Mennea divenne l’uomo più veloce del mondo. 19 secondi e 72 centesimi, tanto impiegò il velocista italiano per percorrere i […]

La politica della prepotenza ci priva delle opportunità e delle eccellenze.
C’è un chirurgo che si è specializzato a Houston nel più grande centro trapianti degli Stati Uniti, è rientrato in Sardegna ed è stato messo a “fare vene varicose” e, ovviamente, ora opera in un importante ospedale della penisola.
Oppure il caso Cellino: va via dalla Sardegna perché gli si impedisce di fare lo stadio.
Oggi è a Brescia dove la squadra di calcio sta salendo in serie A e l’amministrazione comunale gli consente di fare lo stadio.
Dobbiamo ragionare. Dobbiamo ridurre l’incidenza della politica e restituire spazio alla libertà e alle persone che meritano. (LEGGI e guarda il video)