La farsa autoritaria di Sardara

Diciamolo chiaro: la magistratura a Sardara non c’entra un fico secco, anzi, è diventata la migliore foglia di fico per Solinas.
A Sardara entrano in gioco questioni etiche e politiche, non giudiziarie o disciplinari.
L’unica vera omissione è di Solinas che avrebbe dovuto avere il coraggio di chiedere formalmente le dimissioni ai partecipanti con ruoli nei suoi uffici, perché non si può chiedere ai sardi di stare chiusi in casa (e non se ne può più di questa galera dovuta alla prepotenza dei negazionisti, ai balentes del virus, tutti abbiamo voglia di vedere e abbracciare gli amici, di stare all’aperto anche solo a prendere il sole e a ringraziare Dio di un momento di serenità) e poi fare gli spuntinanti impuniti. (…)