Se l’assessore regionale al Turismo, Gianni Chessa, agita l’ambiente con le sue affermazioni sulla morte della DMO regionale e anteponendo il suo mantra alla Legge sul Turismo e evitando di spiegare come farà a svolgere quei compiti, la città di Cagliari deve decidere se è il momento di affrancarsi da queste scelte.