Cronaca

L’Europa mangia alla mensa dei poveri

imagesL’Agea è l’Agenzia governativa per le erogazioni in agricoltura. Tra i suoi compiti anche quello di acquistare le eccedenze di produzione per lavorarle e destinarle agli enti che aiutano i più bisognosi. O meglio, questo era uno dei suoi compiti. Antonello Atzeni, responsabile del Centro diocesano di assistenza di Cagliari, a margine della presentazione dell’iniziativa benefica “Il miracolo di Natale”, ha spiegato: “Qualche giorno fa ci hanno annunciato che il 31 dicembre l’Agea cessa l’attività perché l’Europa considera queste erogazioni un aiuto di Stato. Incredibile ma vero, purtroppo. Per noi è un duro colpo. L’Agea due anni fa ci aveva donato generi per 220mila euro e l’anno scorso per oltre 150mila”.

Intanto con l’iniziativa del Miracolo di Natale, giunta al 17° anno di vita, l’obiettivo è quello di aiutare almeno 5000 poveri dell’area cagliaritana. La raccolta principale, promossa da Gennaro Longobardi, avverrà sulla scalinata di Bonaria venerdì 20 dicembre dalle 9 alle 21. Già sabato prossimo, comunque, chi vorrà donare, potrà farlo nei supermercati della catena GiEffe.

L’arcivescovo di Cagliari Arrigo Miglio ha lanciato un appello ricordando le parole di Papa Francesco: “Aiutiamo chi ha bisogno e stiamo vicini ai poveri. Sono sicuro che anche quest’anno il miracolo di Natale sarà abbondante”.