«La selezione della classe politica avviene, quando la classe politica è debole, in funzione anche della non ostilità verso certi settori. Fa impressione l’omertà, la distrazione che non è casuale, non è un tic nervoso, è una precisa scelta». (…)
Sembra di essere dentro uno dei romanzi di Sciascia, immersi in uno di quelli dove la mafia sceglie un punto debole della mentalità comune (l’adulterio, il vino, il sesso, la follia, il rinnovamento a tutti i costi) per nascondersi meglio e nascondere i suoi alleati (…)