Agenda di ieri e di oggi

21 gennaio 2015 06:552 commentiViews: 602

espertodi Paolo Maninchedda
Ieri: 8.30 incontro con i dirigenti dell’Assessorato e col Commissario Area per delibera sblocco 21 milioni di euro ex lege 560; 9.00: riunione di staff sulle dighe Cumbidanovu e Monti de Deu, per la richiesta dei pareri legali sui relativi stanziamenti; via libera alle lettere per l’accertamento dei consumi elettrici dei Consorzi di Bonifica; 10.00 – 12.45 Giunta; 13.00 -17.00 riunione in Presidenza sui meccanismi di indebitamento previsti per Stati e Regioni dal Piano Juncker – manca fondo perduto Italia; 17.30 -19.00 Riunione in Consiglio Regionale sulla Finanziaria e sull’elezione dei grandi elettori per la Presidenza della Repubblica; 19.45: Casa, preparazione cena; 21.15 Divano.
Oggi: 8:30: riunione staff sui monitoraggi pratiche in itinere (bando della 554, cronoprogramma mutuo infrastrutture, eliminazione residui, piste ciclabili, pagamenti ai comuni, dighe di Cumbidanovu e Maccheronis, preparazione conferenze per il Piano anti-alluvioni, riorganizzazione uffici); 9.15: preparazione incontro col Gruppo Torre sull’housing sociale; 10.00 Incontro responsabile Cai per le piste ciclabili; 11.30 Incontro uffciale soci Housing sociale; 13.00: riunione politica interna su aggiornamento dossier crisi industriale del Nuorese; verifica della possibilità che il Consiglio regionale accetti di discutere la legge sul nuovo Ato, la cui mancata approvazione renderebbe difficilissimo il pagamento degli stipendi; 15.00 Riunione per emendamenti sulla Finanziaria regionale: emendamento Fondo enti locali da inviare a Cal e Anci; 16:00 eventuale presenza in Consiglio per legge Ato; 18:00 Approfondimento dossier idrogeologico dentro o fuori Piano Juncker, a seconda delle convenienze finanziarie.

2 Commenti

  • Caro Paolo,
    in relazione alla legge sul nuovo Ato perchè non prevedi una deroga che consenta ai 28 comuni che gestiscono in economia il servizio idrico integrato di continuare a farlo? Come sicuramente tu sai questi Comuni, in tale ambito, sono un esempio di gestioni virtuose, efficienti ed anche economiche molto apprezzate dagli utenti.
    Tieni anche conto che questi 28 comuni stanno provvedendo a dotarsi della Carta dei Servizi e a trasmettere all’AEEG e il sistema idrico i dati per determinare le tariffe sulla scorta dei parametri di legge.
    Complimenti per il lavoro che stai portando avanti.

  • Resistere resistere resistere

Invia un commento