Ursula e Giuseppe

L’estrema gravità di tale situazione impone quindi a tutti gli stati membri, sia le nazioni che soffrono e, pur in condizioni di debolezza strutturale, devono esporsi finanziariamente ulteriormente, sia gli stati affetti da “egoismo economico protetto”, di trovare “profferte” da portare al tavolo della trattativa, come si conviene quando si ha a cuore – in primis – la sopravvivenza del benessere dei propri popoli (…)