Lettera aperta. In questi giorni si vive nel Paese, e ancor di più in Sardegna, un’aria pesante. Si confonde la pericolosa irrazionale ribellione di alcuni, che si presta ad essere strumentalizzata, con giuste rivendicazioni di categorie sociali e di lavoratori colpiti con ferocia dalla crisi economica, dalla disoccupazione, dal diffondersi della povertà, vecchia e nuova. […]