Terna comunica ai sardi che è un loro preciso diritto farsi uccidere lentamente. In calce un quiz-sfida per Terna

21 febbraio 2013 07:2215 commentiViews: 32

Terna, ieri, ha diffuso un comunicato. Ovviamente lo ha mandato a tutti fuorché al mio sito che, come potrete leggere, è invece l’unico destinatario implicito. Io amo i comunicati di Terna. Circa due anni fa mi esercitai a commentarne un altro che era un capolavoro di disinformazione. Questo di oggi ricorda il titolo di una bellissima canzone (da ballare e ascoltare con una persona che si ama): killing me softly with his song, uccidimi dolcemente con la sua canzone, uccidimi dolcememente col comunicato, ma senza ballare, stando seduti e aspettando la scossa elettrica. Terna deve avere un addetto stampa che pensa che in Sardegna, e a Ottana in particolare, gli uomini vestono ancora la mastruca e le donne girano a seno nudo come sospettava Dante (senza mai averne visto mai una); oppure pensa che anche se abbiamo l’acqua calda a casa e il bidet, non esercitiamo le funzioni intellettuali superiori, quelle capaci di indurre e dedurre. E allora oggi ci dedichiamo a glossare (per l’addetto stampa: ‘glossare’ significa ‘commentare’) questo capolavoro di pretesa di suicidio sardo che Terna ha propinato a tutti fuorché a me che sono il cattivone (pro tempore, perché non nascondo di essere stanchissimo anche della piccineria dei miei conterranei e della mancanza di valore nei rapporti interpersonali. Ma finché ci sono, difendo la mia terra da questi imbonitori elettrici).
Di seguito il comunicato commentato: in nero le parti del testo di Terna, in rosso, il commento.

TERNA: Gli investimenti di Terna sui sistemi di accumulo sono finalizzati alla sicurezza e stabilità del sistema elettrico, soprattutto in considerazione del forte sviluppo delle energie rinnovabili, e sono complementari e non alternativi rispetto alle risorse di generazione di cui è dotata la Sardegna.

COMMENTO: Perché qualsiasi cosa sia ‘complementare’ a un’altra, non deve svolgere le stesse funzioni di quella a cui si aggiunge. Non e’ corretto definire le rinomate batterie come complementari perché, guarda un po’, andrebbero, di fatto, a sostituire precisamente le attività che una centrale termoelettrica può effettuare ( e cioè – ho chiesto di definirmele a un vecchio dirigente Enel -‘regolazione a salire in asservimento ai sistemi di difesa’, funzione e dicitura presente nella stessa deliberazione 43/2013/r/eel del 7 febbraio 2013 con cui si dà il via al progetto pilota delle batterie, ma riferite per l’appunto alle batterie e non alle centrali). Quindi, mio bel addetto stampa, posto che ciò che due cose che svolgono le stesse funzioni non sono necessariamente complementari, possono anche essere alternative, sorge il dubbio legittimo che una sia sostitutiva dell’altra, tanto più se, come nel caso di Ottana, insistono entrambe esattamente sulla stessa sottostazione elettrica. Non erano forse queste le preoccupazioni sollevate da Enel nei mesi passati? Quante batterie avete installato a bocca di centrali Enel e collegate alla stessa sottostazione? Manco una, ovviamente. A Ottana invece sì: una batteria che fa la stessa cosa della Centrale ed è collegata alla stessa sottostazione. Kill Ottana, potrebbe essere il nuovo film di Tarantino, soggetto e sceneggiatura di Terna, musica dell’Authority per l’Energia, distribuzione Enel.

TERNA: L’eventuale collocazione di tali sistemi nel sito di Ottana è legata unicamente alla disponibilità di terreni liberi di proprietà di Terna e non ha alcun legame con la presenza della centrale termoelettrica del sig. Clivati che peraltro sarà interessata, com’è noto, da importanti interventi di rinnovo ed efficientamento da tempo annunciati.

COMMENTO: Qui siamo al vertice della sottovalutazione dei sardi. Qui Terna pensa davvero che noi crediamo a qualsiasi cosa ci venga detta. Qui Terna azzarda che noi potremmo credere a chi ci dicesse che il sudore è un combustibile e che bisogna raccoglierlo in boccette sigillate. Terna possiede in Sardegna otre 2.000 km di linee di alta e media tensione con ca. 150 sottostazioni. Le disponibilità per realizzare l’edificio che ospita le batterie non mancano in ogni provincia della Sardegna. La motivazione di Terna è paragonabile a quella di un immobiliarista con case, palazzi, sottani, garage e parcheggi in tutto il mondo, che dicesse di voler costruire un magazzino enorme di fronte a casa mia perché, poverino, altrove non ha posto per farlo. La localizzazione ad Ottana è frutto di una volontà precisa: far chiudere. Però, questa giustificazione ha un che di comico-drammatico. Ricorda la scena del film Kill Bill, in cui Bill si giustifica di aver sparato in testa a Black Mamba (la bellissima Uma) dicendo: “Ero molto arrabbiato”.

TERNA: La preoccupazione che l’investimento di Terna, previsto dal Piano di Difesa del Sistema Elettrico Nazionale, possa costituire un danno o una limitazione all’utilizzo della capacità di produzione nella Regione è tecnicamente infondata. Pertanto ogni argomentazione o illazione in tale direzione hanno la sola conseguenza di non rappresentare correttamente la realtà e di creare allarmismi ingiustificati.

COMMENTO: Attenzione, attenzione: prepararsi a scendere nel rifugio anti-atomico anti-Maya. Si parla niente-po’-po’-di-meno che di Piano di Difesa del Sistema Elettrico Nazionale. Qui l’addetto stampa evoca scenari da Sicurezza Nazionale. Oh! Non stiamo mica qui a fare la luce pulsata a Elio delle Storie Tese. Oh! Sicurezza Nazionale. Poi, però, dopo questa evocazione dei sentimenti militari e delle paure ancestrali, abbiamo una caduta di stile. L’addetto stampa dice che io dico una bugia. E che diamine! E per dirmi questo c’era bisogno di scomodare la Nato. Inoltre io non dico bugie. Infatti, valutate voi questa semplice considerazione per la batteria di Terna: stessa attività della Centrale di Ottana, identica localizzazione, nessun dipendente. Nel deserto produttivo della Sardegna centrale, gli allarmismi non sono mai stati ingiustificati, purtroppo.

E, infine, una domanda a Terna, che mi auguro che i giornaloni sardi, quelli che perdono copie come io perdo capelli, riescano a porre senza farsela sotto dalla paura. Ieri ho scritto che oggi avrei spiegato come si fanno i soldi con l’idroelettrico. Domandina a Terna:
È vero o è falso che avant’ieri e nei giorni precedenti la centrale del Taloro (che è a un tiro di schioppo da Ottana) è stata ‘chiamata in produzione’ (come si dice in gergo tecnico) con una remunerazione pari a circa il doppio rispetto all’acquisto? Orsù, Terna, rispondi, ché (per l’addetto stampa, il ‘ché’ con l’accento acuto ha valore causale) cominciamo oggi a farti i conti in tasca sui milioni di euro che fai con l’acqua dei sardi (e dei gavoesi in particolare).

 

15 Commenti

  • Renato Orrù orsimonmossa

    …prendo il “menopeggio” di Marco Serra come un complimento perchè sono un inguaribile ottimista … e quasi quasi mi vien anche da sorridere, perchè so che nella federazione di Oristano( e non solo in questa) ci sono diversi “meno peggio di ME ” altrimenti non avrei mai accettato l’ incarico di Segretario …mi sembra invece RIDICOLA la tua pseudo-minaccia : “…Lunedi vedremmo chi ha ragione e contiamo pure i voti…” Sei come quel tifoso che non capisce nulla di calcio ma pontifica tutta la settimana per poi dimostrare il Lunedì che aveva ragione, perchè tifoso di uno squadrone compra-arbitri !
    Ma tutto questo riguarda Te come persona, e non voglio che Zolo ( ciao ZOLO) mi riprenda con un :”..Marco Serra esprime il suo pensiero, non offende nessuno.” …anche IO esprimo il mio pensiero, e diffendo il mio PSDAZ…pazienza se qualcuno si offende, sarà sicuramente colpa sua .
    Quello che evidentemente non Vuoi capire e che il Post di Paolo verte su temi, difficili se vuoi, ma importanti : TERNA, LA COMUNICAZIONE, il POLO DI OTTANA (che sono pure miei Clienti) e più complessivamente il fatto che la classe dirigente itaGliana E’CONTRO gli interessi specifici dei Sardi, che la Classe dirigente itaGliana è capace di ammazzare anche i suoi figli itaGliani, pur di mantenere i suoi scopi …lo capisci questo Marco Serra ? .. e tu cosa fai su questo post ? …sfoghi il tuo odio facendo campagna elettorale contro, perchè questo è l’unico “palco” che ti rimane ? sei completamente FUORI TEMA, sei solo quanto di peggio possa essere un sardista : un ex-sardista che odia ! …. per sorridere e chiudere l’ inutile polemica: voti SEL … quindi avevo ipotizzato bene : voti PierSilvio Bersani, noto PierLuigi … quello che è venuto in Sardegna a pettinare i ricci di mare (…nel box elettorale ..con la scheda in mano…pensa ! )

  • Grazie Zolo,, non ti conosco ma Grazie lo stesso.

    Renato lo conosco,lo vedevo alle riunini del partito quando andavo ad ascoltare Manichedda, avra parlato due volte.
    Se mi permetti un giudizio spassionato, sei il meno peggio che poteva capitare alla federazione Oristanese..
    Mha, Sai che ti dico: Lunedi vedremmo chi ha ragione e contiamo pure i voti.

    Nino…. NON MERITI UNA MIA RISPOSTA.

    Onorevole

    Sardo lo sono sino al midollo come tutti noi, spero.
    Sardista non lo sono più, dopo l’ultimo sciagurato congresso meno che mai.

    Ho cambiato idea da ieri ad oggi…

    Domenica vado a votare e voterò SEL

    Sa perche?

    Sono più Sardi loro che NINO e tanti altri..

    Ciao….

  • Il mezzo usato per scrivere non prova la liceità del comportamento. E se fosse un cellulare? Può essere controllato “per benino”?. La reazione stizzita e maleducata,perianale perchè a corto di argomenti ed è quella la tua targa, fa pensare ad un lavoratore (?) che fotte (nel significato illustrato dal Prof. Maninchedda). E non diradi il dubbio, da me avanzato, sulla tua condizione odierna.

  • Oh, Foette, non ti preoccupare, anche noi abbiamo le nostre malattie e i nostri giorni liberi. Noi siamo controllati per benino. L’IP da cui scrivo può essere pubblicato e vedresti che non è di un ente pubblico né tantomeno di Abbanoa. Per cui, quando hai tempo, mettimi tre quarti di faccia OMISSIS……. a pagamento.

  • Un dipendente di Abbanoa (in ferie-in malattia?) tesserato SEL, che alla 9,15 gironzola per i blog. E noi paghiamo!

  • caro lavoratore, ti ringrazio del suggerimento, ma ho residenza al capo di sopra e per motivi familiari non vorrei spostarmi, non c’è niente di male a chiedere dopo aver visto e confrontato le facce che alla scorsa legislatura mi hanno chiesto il voto, siamo in periodo di crisi ed è bene che ognuno possa sopravvivere e vorrei sopravvivere anche io, il buon esempio lo daranno altri più fortunati di me

  • Per Sardista: lavoro a Abbanoa. Sono di SeL. Conosco tutti. Sardisti non ce n’è, né tra chi comanda né tra chi lavora. C’è stato un amministratore poco tempo fa, ma nessuno se n’è accorto. Piuttosto, chiedi dalle parti di Suelli, lì sono molto informati e molto incazzati, perché sia il direttore generale che l’Amministratore stanno facendo pulizia, mandando via imbroglioni e sfaccendati e non ascoltando le pretese di alcuni signorotti politici.

  • io voterò sardista perchè voglio trovare anche io lavoro ad Abbanoa, dove ci si può tesserare?

  • Marco Serra? Semplicemente un ascaro.

  • Gianpiero Zolo

    Renà… Marco Serra esprime il suo pensiero, non offende nessuno. Non costruiamo gabbie ideologiche per spedire all’interno delle stesse il mai sopito senso di immunità a prescindere che aleggia in ogni coscienza.

  • Renato Orrù orsimonmossa

    … fosse per MARCO SERRA
    Io sono convinto che la lotta di Paolo Maninchedda contro gli abusi sia qualcosa che poco abbia a che fare con MARCO SERRA… È qualcosa che sta in lui ben radicato ed è parte integrante della sua persona… ANCHE PERCHè è sardista MANINCHEDDA !
    Il fatto che MARCO SERRA NON sia Sardista èuna cosa secondaria….infatti, se SCRIVE è: ” Io Questi STAVOLTA non li voto ” …. e… :” Essendo consapevole di darle un dispiacere le confermo che non voterò i(L) Partito Sardo”… sinceramente, MA CHI SE NE FREGA ! (catafotte direbbe qualcuno ;) )
    … resta la curiosità ai lettori di questo BLOG per chi voterà e se voterà MARCO SERRA… per Silvio BER o per PierSilvio BER? ci interessa?

  • Silvia Lidia Fancello

    Una curiosità, il nome dell’addetto stampa di Terna? Non si capisce se davvero sia convinto o abbia solo una gran “faccia di chiulo”.
    Per L’on. Maninchedda, nella suggestiva versione dei Fugees: http://www.youtube.com/watch?v=oKOtzIo-uYw

  • Fosse per i Sardisti!!!
    Io sono convinto che la lotta di Paolo Maninchedda contro gli abusi sia qualcosa che poco abbia a che fare con i Sardisti.
    È qualcosa che sta in lui ben radicato ed è parte integrante della sua persona.

    Il fatto che sia Sardista per me è una cosa secondaria.

    Io sono per un partito dei sardi (da non confondere con questi dirigenti sardisti).

    Un partito che pensi ai veri problemi come fa L’On Maninchedda e non vada a fare rappresentazioni teatrali di ZOMBIES e raccontare favole sulla zona franca.

    Io Questi STAVOLTA non li voto

    Ma a lei Onorevole la seguirò sempre perche leale, diretto e corretto.

    Grazie Onorevole per le informazioni che ci dà

    Essendo consapevole di darle un dispiacere le confermo che non voterò i Partito Sardo

    Saluti

    Marco

  • Terna non hai futuro! A patto che i Sardi, fra 60 ore circa, siano saggi in cabina elettorale, cancellando in un sol colpo decenni di mal riposta fiducia. Altro strumento utile non c’è.
    BANDO ALLE SIRENE, VOTIAMO SARDO E SARDISTA.

  • “Tu non hai un futuro,puttana!”.
    Che bello sarebbe indirizzare a Terna la stessa affermazione che Black Mamba rivolge a Elle Driver(l’altrettanto bellissima,seppur mono occhio, Daryl Hannah.
    Grazie per queste glosse, che nella loro chiarezza e amarezza, fanno pure sorridere.

Invia un commento