Come sopravvivere alle bugie? Apriamo il cantiere dell’Alternativa

Non si può vivere sommersi dal disgusto per l’egemonia della mediocrità e delle piccole logiche dei potenti di quartiere divenuti potenti di sistema. Oggi non è il giorno delle bugie; è la giornata delle ‘gambe corte’, cioè dell’evidenza delle bugie. Le raccontiamo. Ma dopo vorremmo dire due parole di conforto, per evitare che l’amarezza (nel vedere la Sardegna guidata da persone palesemente inadeguate, impegnate quotidianamente e sistematicamente a rovinarla) prenda il sopravvento e ci conduca all’assuefazione del male. Quindi, prima parte dedicata al dolore, seconda al piacere.