Notizie date senza la mediazione dei giornalisti di forca e di palazzo: ecco l’elenco delle iniziative della Pubblicità istituzionale. Luciano Uras denuncia il golpe burocratico ma non fa notizia. Interrogazione sul liceo di Gavoi

23 settembre 2011 06:537 commentiViews: 11

105

Roberto Capelli mi ha fornito l’elenco (il nome con cui compare il file è mio, non di Roberto) delle iniziative finanziate con la Pubblicità Istituzionale. Cominciate a leggerlo e a commentarlo, se ne avete piacere. Ieri Luciano Uras e S&L ha occupato l’Aula perché le province (prima Sassari e poi Nuoro, poi Nuoro ha avuto un sussulto e si è rimangiata tutto) che esercitano sui CSL una funzione delegata, hanno funzionari che, nonostante una risoluzione del Consiglio sull’interpretazione della legge del 2007 sui precari dei Centri per i Servizi pe ril Lavoro, la ritengono comunque dubbia (ai fini del Patto di stabilità, il computo del costo del personale va a gravare sul 40% del costo del personale degli Enti Locali o su quello della Regione?) e quindi, nel dubbio, licenziano i precari. Colpa dei funzionari? No, colpa dei politici con incarichi di governo che hanno gli strumenti per dare gli obiettivi ai funzionari e hanno anche il potere di rimuoverli da un servizio o da una procedura laddove abbiano elementi tali per cui ritengano che l’azione di quel funzionario sia d’ostacolo all’applicazione di una legge. Invece, i politici imbelli non contestano l’operato dei funzionari, se ne lavano le mani e licenziano (vedi Sassari).
Ieri ho firmato per la prima volta un’interrogazione propostami da Giuseppe Luigi Cucca e altri: eccola; in grassetto i miei contributi.

7 Commenti

  • Gentile On. Maninchedda,
    sono uno dei 31 co.co.co. dei servizi pubblici per l’impiego della Provincia di Sassari cui non è stato rinnovato il contratto, a causa della vivisezione burocratica cui siamo stati sottoposti con l’assenso di una classe politica di apprendisti stregoni. Mi risulta purtroppo che anche i colleghi di Nuoro, contrariamente a quanto riportato su questo sito, non abbiano ancora firmato. Del caso si occuperà domani la Commissione d’inchiesta sulla mancata attuazione delle leggi regionali e lo stesso Consiglio.
    La prego, data la sua sensibilità verso questi temi (lavoro e corretta amministrazione), di occuparsi di questo caso paradossale.
    Cordiali saluti

    Francesco C.

  • Penso che oramai non c’è più limite all’indecenza e che questa classe politica abbia superato ogni limite.Leggere l’elenco delle “regalie” fa venire il voltastomaco:c’è di tutto e per tutti (ovviamente purchè referenti politici della maggioranza).Attenzione!non è che in precedenza cambiasse qualcosa se non i nomi dei “beneficiari”.Piuttosto sarebbe interessante verificare se per ogni finanziamento concesso esistano le cosidette “pezze giustificative” della spesa effettuata(credo obbligatorie per legge)e se qualcuno preposto si è preso la briga di verificarne l’autenticità e la congruità.Riterrei opportuno che l’on. Capelli dovrebbe dar seguito ad una iniziativa che vada in questa direzione richiedendo l’intervento della Corte dei Conti in caso di “anomalie”.

  • Giuseppe Fais

    Cavolo, giustissima osservazione quella di Paolo L. …. Come mai?

  • Roberto Capelli

    Cara Antonella il sottoscritto, lasciando ruoli e incarichi, si e’ “smarcato” pubblicamente da questa maggioranza da oltre un anno e mezzo. I dati escono solo oggi perché solo adesso sono riuscito a “estrarli” ….. Sai, a volte, c’è chi, anche in politica, lavora….. E cerca di farlo seriamente e con coscienza, e comprende, sopporta e capisce la diffidenza della gente! Vero Paolo? Un caro saluto.

  • Non leggo nell’elenco delle prebende: Aiuti alla famiglia di Terra Segada per rientro in possesso abitazione sequestrata da equità Lia. Strano, ci starebbe bene fra la Vuiton Cup e gli altri importantissimi euro buttati al vento.

  • Anche sul Sardegna24 di oggi ne parlano. Forse molti si renderanno conto di come il polverone sollevato per il caso Saatchi & Saatchi era pura propaganda e manipolazione politica.
    Adesso che in consiglio è maturato il periodo buono per ottenere il vitalizio potrebbero andare tutti a casa…

  • Com’è che la lista delle marchette vien fuori soltanto ora? Ci sono impegni che risalgono al 2010; non è che sentendo puzza di fine legislatura Capelli & Co. stanno facendo di tutto per smarcarsi da questo tsunami di giunta regionale?

Invia un commento