Noi costruiamo grandezza

18 febbraio 2014 09:093 commentiViews: 1002

siouxOggi non ho notizie da dare.
Suggerisco vivamente di non leggere i giornali, perché per l’appunto danno le notizie di ieri, già cotte e macinate. Anzi, oggi danno anche notizie sbagliate. Noi eleggiamo due consiglieri regionali.
Non dimenticate mai che noi abbiamo ottenuto ciò che abbiamo grazie a noi stessi: non ci hanno aiutato giornali, televisioni, armatori, partitoni, apparati dello stato ecc. ecc.
Il nostro risultato è dovuto ai nostri candidati, al nostro lavoro, ai nostri valori. Abbiamo fatica alle spalle e non abbiamo accumulato rancore verso nessuno. Siamo liberi dall’odio: è un fatto importante.
Ricordiamoci sempre che abbiamo preso l’impegno di costruire un grande partito nazionale dei sardi. Noi nasciamo per unire. Ricordiamocelo.

Abbiamo il dovere di impegnarci ancora, sul piano politico e sul piano culturale.
Ai nostri candidati dedico questo pensiero di Toro Seduto: “Per noi i guerrieri non sono quello che voi intendete. Il guerriero non è chi combatte, perché nessuno ha il diritto di prendersi la vita di un altro. Il guerriero per noi è chi sacrifica se stesso per il bene degli altri. È suo compito occuparsi degli anziani, degli indifesi, di chi non può provvedere a se stesso e soprattutto dei bambini, il futuro dell’umanità”. Non so quanto valga per voi, ma io vi considero dei grandi guerrieri.
Ci riposiamo un attimo e poi chiediamo a Franciscu di radunarci per parlare e organizzarci.

3 Commenti

  • Seguirai il consiglio di Toro Seduto anche quando riceverai un assessorato? In bocca al lupo!

  • Stefano De Candia

    Ma che c’è da festeggiare? da indipendentista convinto continuo a non capire perché non si riesca mai a fare anche i conti oltre che scrivere e parlare…
    La Murgia và oltre il 10% il Partito dei Sardi stà tra il 2 e il 3% così come i Rossomori, quasi 1% IRS, forse sarebbe meglio riflettessero da oggi in avanti!, un altro 1% il Fronte, 4 dovrebbe essere il psdaz… fate voi la somma! saremmo se non il primo partito il secondo e invece continuiamo a fare i pocos, locos ì male unidos…
    A volte sapere qual è la meta non basta bisogna sapere come arrivarci e noi indipendentisti continuiamo a farci manipolare facendoci dividere per essere meno forti facendo pressione sui personalismi dei vari capi “branco”.
    Ha proprio ragione Paolo… abbiamo ottenuto quello che abbiamo ottenuto solo grazie a noi stessi!!! appunto chi è causa del suo mal pianga sé stesso diceva qualcuno…
    Spero si inizi davvero a ragionare in maniera diversa da domani, le intelligenze per farlo ci sono spero che manchino solo gli EGO smisurati dei partecipanti.
    Scusate per lo sfogo e un bravo a tutti per l’impegno, ma a volte non basta come si è visto… serve anche la strategia

  • Pier Paolo Demuru

    Complimenti a tutti, a Paolo e Franciscu un grazie particolare. Concordo con “Toro Seduto”, senza confusioni però, “noso non si podeusu sezzere, si toccada a curriri”, siamo solo agli inizi, la strada e lunga e difficile, ma anche l’unica capace di darci gli stimoli per realizzare il futuro che tutti i Sardi meritano.

    “A INNANTIS”, lo suggerisco con due “N”, altrimenti sembra che vogliamo andare piano, piano.”naturalmente scherzo”

    un augurio e un abbraccio a tutti.

Invia un commento