Movimento Pastori Sardi: il problema non è alzarsi presto, ma all’ora giusta

25 ottobre 2010 08:0215 commentiViews: 37

972Si legge oggi sulla Nuova Sardegna che la nuova frontiera del Movimento Pastori sardi che illegalmente e impunemente occupa il Consiglio Regionale, sarebbe questa: pagamento subito del premio unico. Forse non tutti sanno che il premio unico viene pagato proprio dal 1 dicembre al 30 giugno. A fine settembre Bruxelles ha autorizzato gli stati membri a pagare dal 16 di ottobre. Quindi il Movimento Pastori ha scelto di rivendicare una cosa che è già in itinere, almeno per le aziende non sottoposte a controlli (e qui si apre un capitolo sollevato dal Psd’az circa il fatto che i controlli sono per oltre il 50% in provincia di Nuoro). Perché? Perché quando il Movimento Pastori ha vinto la sua battaglia, iscrivendo gran parte della sua piattaforma in quella più generale dell’agricoltura, non se n’è accorto e ha giocato al rilancio, rimanendo prigioniero di un’ala oltranzista che ha scopi politici e non sindacali. Il Movimento Pastori sardi aveva conquistato riconoscimento politico sindacale e accoglimento di molte proposte, fuorché la follia del de minimis. Poteva uscire vittorioso e invece no, avendo promesso la luna, si è dimenticato di dire ai propri associati di aver conquistato la terra.
Bisogna sempre ricordarsi che l’importante non è alzarsi presto, ma all’ora giusta. Peccato: un movimento di base si sta giocando la credibilità per prediligere il furore della ribellione alla concretezza delle riforme per il settore.

15 Commenti

  • Bravissimo… Sfortunato… hai colto nel segno….
    Altro che Pastori….
    Trattasi di Volponi

  • Sfortunato L

    accordo latte FLORIS.LADU-CAPPELLACCI.PRATO.
    in attesa che lo scrittore linguista UMBERTO ECO,riesca a decifrare in maniera autentica incontestabile il contenuto dell’accordo
    noi comuni mortali e la nostra associ-azione pastori x la libertà,chiediamo ospitalità nel suo sito x promuovere un concorso a premi sull’interpretazione autentica dell’accordo sul latte.
    il primo premio una forma di pecorino romano(non romanino) gigante,prodotto a Thiesi
    da una importante industria del settore.
    il secondo premio una forma di pecorino romano prodotto in conto lavorazione da mannoni x conto di FELICE
    il terzo premio una forma di pecorino romano non marchiato prodotto in conto lavorazione da mannoni x conto di FELICE.
    GRAZIE X l’ospitalità
    pastori x la libertà

  • Gian Cristian Melis

    Il moviemento pastori sardi è una cosa seria. E di questo bisogna prenderne atto. Ma lo sono anche i fondi presenti nella Regione e tutta la situazione, tragica, dell’economia isolana. Troppo facile sparare nel mucchio, così come è troppo facile promettere e poi nascondersi in attesa che passi a’ nuttata. L’MPS ha il dovere di dare garanzie e certezze ai suoi affiliati, come a tutti i sardi. Perchè la Sardegna campa di agricoltura e non di turismo e di Briatori. Ma gli allevatori hanno il dovere di essere responsabili nei confronti di tutti, anche degli altri che conducono, come loro, giuste lotte. Ma, allo stesso tempo, vi è dovere di chiarezza anche da parte della classe politica regionale. L’On. Maninchedda ha avuto una parola sola. Da questa si dovrebbe ripartire con un dialogo serio e improntato al reale. Ma il resto della Giunta, soprattutto l’Assessore all’agricoltura e il presidente dovrebbero riflettere molto.

  • Fortunato Ladu

    Esiste in tutto questo dialogo un’equivoco enorme. L’idea di attenuare il problema di liquidità è stata mia quando dissi: date subito i premi PSR arretrati così si dà liquidità immediata alle aziende su una cosa che poi in effetti ci spetta: La cosa è passata di bocca in bocca ed è finita in bocca ai giornalisti stravolta perchè non tutti conoscono il tema. Penso che adesso la cosa si sia chiarita e a Paolo Maninchedda spetti il compito di mettere fine a questa farsa sul quale non voglio ritornare. Lui dice di essere onesto, lo dimostri spiegando che è stato un equivoco colossale

  • Per Gavina…
    Se è vero quello che affermi quando dici che MPS è preparato sul DE Minimis, ci rimane da dire che quello che è stato pubblicato su questo sito in data 22 Ottobre non corrisponde a l vero??: ” Dal de minimis alla destabilizzazione e all’antagonismo. Dal latte alla violenza istituzionale. Chi occupa i parlamenti occupa la libertà di tutti”

    Io Credo a quanto pubblicato sul sito, e ho avuto modo di fare le verifiche del caso…

    Mi sa che un po di improvvisazione pure da parte tua ci sia…
    Studiare duro e lavorare duro tocca!!!
    Perché altrimenti poi si fanno le figure meschine..
    –P.S X Bastiano Mossa PC
    La Partita era già termina dall’illustrazione del Minimis…
    Due categorie diverse non possono giocare la stessa partita
    Saluti

  • FLORIS… continuerà a rivendicare il de minimis… come da copione… a riflettori spenti,si ritorna a casa corrudos e fustigados… meno uno.

  • Bastianino Mossa -PC

    Scusate,
    ma la notizia riportata dalla Nuova Sardegna è stata smentita dallo stesso MPS, mi sembra un pò imprudente prendere alla lettera l’articolo e avventurarsi in commenti in merito. Quindi, passatemi la battuta : 0-0 e rimettiamo palla a centro!

  • Per Fulvio:::
    Caro mio hai fatto centro…
    ” Definizione di CAA ”
    Nuova specie di Parassiti del mondo Agricolo, si attaccano agli agricoltori e succhiano come sanguisughe

    Questa è la triste Realtà

    Non rispondo dei loro misfatti a nessuno e succhiano soldi dagli agricoltori e dal sistema pretendendo di rappresentarli.

    Ma questa è una partita che il Movimento Pastori ha abbandonato.

    Floris disse ” stracciamo le tessere” Seeeeeee…..
    Tutto fumo

  • L’MPS ha già smentito sul sito che la notizia del premio unico è infondata, se nella piattaforma non era presente perchè la nuova ha pubblicato stamane quest’articolo fasullo!!
    Forse si vuole annullare la credibilità di un movimento spontaneo che ha attirato a se molti consensi, forse troppi e ciò non fà piacere a molti politici e alle associazioni sindacali! Il mondo va avanti grazie alle rivendicazioni delle persone che si ribellano alla grave situazione di stallo che si è venuta a creare in questi anni!Perchè signori politici non vi diminuite lo stipendio? forse ci sarebbero più soldi a disposizione!L?MPS è molto preparato è non è nato da un’improvisazione come si pensa! E’ formato al suo interno da una molteplicità di persone,molto preparate che si sono informate sia sui deminimis che sugli altri fatti!

  • Fulvio Perdighe

    Tra il serio e il faceto.

    Un’agricoltore nel 2008 si rivolge, da lui invitato, al suo CAA per fare domanda per ottenere quella che allora si chiamava indennità compensativa. Produce tutti i documenti necessari
    …. e PAGA.
    Posto che ignori le dinamiche di applicazione di PAC PSR e quant’altro determini il suo destino,… aspetta.
    Il premio non arriva, cambia il metodo di assegnazione, cambia il nome, deve riproporre la domanda
    ….e PAGA.
    Siamo nel 2009,…è passato solo un’anno e corre voce che stiano per arrivare quei soldini.Poca roba,…ma soldini.
    Inizio 2010 , poco tempo per alcuni, un’eternità per altri, sempre lo stresso agricoltore viene invitato ad aggiornare i fascicoli aziendali presso il CAA, giacchè la normativa ora prevede ulteriori novità.
    …E PAGA….
    Giugno 2010: raccomandata da ARGEA
    “La signoria Vostra è pregata di comunicare ai sensi di, per contodì, al fine dì ….il proprio IBAN”.
    Torna al CAA, comunica e … aspetta.
    Corre voce che hanno anticipato le date per le erogazioni dei premi, non dovrà più aspettare.
    Siamo arrivati ad ottobre 2010, e al ricco agricoltore giunge comunicazione da ARGEA.
    “La sua domanda non può essere accolta perchè priva di copia di documento di indentità in corso di validità”??!!? COOOOOMEEEE!
    Invia le cosiddette integrazioni al CAA ed aspetta…….

    25 ottobre 2010, son passato al CAA per chiedere lumi, ma non c’è nessuno, sono tutti a presidiare l’Assessorato e la Regione…..
    … tanto non c’hanno un sasso da fare…….

  • La Pac non risolve. Ci si incazza di meno…

    La sostanza del problema rimane: il prezzo del latte è inferiore ai suoi costi di produzione.
    Andiamo oltre: quali soluzioni per dare ai pastori un reddito accettabile?
    Continuare a produrre latte o fare altro?
    Altro cosa?
    Energie alternative: avete chiesto in giro quanto costa installare un impianto fotovolatico? Quale è il costo a KWatt di potenza installata?
    E se finanzia una banca, se finanzia, di quanto si abbassa la sua convenienza economica? Effetto leva finanziaria? Possibile, ma con quali rischi? E le garanzie patrimoniali richieste?

    Gli agri-autogrill delle ippovie? E le tanto promesse ippovie dove sono? Chi le realizza? Con quali risorse finanziarie?
    Qualcuno ha visto i cavalli?

    Le serre fotovoltaiche? Si, ma per tutti? Si costruisce una serra perchè c’è il sole. E l’acqua? Per coltivare cosa? La rucola?

    Donare il formaggio ai poveri risolve la questione? Si ma a chi? Ai pastori? O a qualcun altro?
    Probabilmente le affollate missioni a New York non hanno prodotto grandi risultati… Ma il nostro formaggio non abbassava il livello di colesterolo nel sangue? O calcifica le nostre arterie?

    Sergio

  • Federico Castori

    O, forse, qualcuno del “fronte” non era più sicuro sull’efficacia o, peggio, sulla buona fede dell’occupazione e ha iniziato a porre dubbi. Questa sarebbe, quindi, la classica via di fuga. Questo a supporto di quanto stia perdendo di credibilità il movimento pastori. Ma in quanto a questo mi chiedo: perchè il sindacato ha perso, in questi anni, la sua di credibilità nei confronti di una larga fetta del mondo pastorale? Non è forse giunto il momento, per chi nel settore ha le capacità e le competenze per la trattativa, di chiedersi perchè non ha più la forza?

  • Udite Udite…. Maninchedda aveva Ragione Stanno Rivendicando ciò che già hanno in tasca…

    Leggete

    http://www.agea.gov.it/portal/page/portal/AGEAPageGroup/HomeAGEA/02DX_INFORMATIVA/01_ComunicatiStampa/pagamenti%20anticipo%20domanda%20unica.pdf

    Vergognoso Parlano pure a Vuoto…..

  • Per precauzione sono andato a verificare la notizia, corrisponde al vero, basta digitare su Google Anticipo Pac 2010 e si pescano pure dichiarazioni del Ministro Galan in merito oltre alla decisione comunitaria che autorizza i pagamenti in anticipo proprio per la crisi e svincolando gli stati menbri dal patto di stabilità.
    E con questa notizia – P.S d.AZ 2- MPS 0 e palla al centro.
    Ma questo fantomatico MPS chi lo informa…
    Onorevole le faccio una proposta:
    Dia a Floris il numero o il Recapito del vostro Informatore.. Cosi evita ulteriori Brutte Figure..
    Saluti

Invia un commento