Ieri in Finanziaria: provvedimenti per Ottana, Tirrenia, disoccupati e imprese

12 gennaio 2011 08:352 commentiViews: 9

198Ieri è stato approvato un emendamento della Giunta che stanzia 1,8 milioni di euro a favore del Consorzio industriale provinciale di Nuoro per favorire l’andata in pensione degli operai ex Enichem ex Nuoro servizi, assunti improvvidamente dal Consorzio e causa principale (insieme alle sei posizioni dirigenziali immotivate) sia del dissesto finanziario del consorzio sia dell’insostenibilità dei costi di gestione dei servizi, riversati sulle tre aziende presenti nell’area: Equipolimer, Ottana Energia e Lorica. Gli effetti attesi sono almeno tre: 1) la permanenza delle imprese nell’area dinanzi al ridursi dei costi sopportati per i servizi erogati dal Consorzio; 2) l’avvio di ulteriori investimenti privati, fino ad oggi frenati dagli alti di costi di gestione dell’area; 3) la razionalizzazione e il recupero, in termini occupativi e in un quadro di sostenibilità di mercato, dei servizi offerti dalle imprese esterne.
Adesso, su Ottana, bisogna pensare in grande, bisogna pensare a valorizzare socialmente e economicamente il vapore. Occorre realizzare l’anello che poi consentirebbe l’allaccio di abitazioni e imprese; realizzata l’infrastruttura, il gruppo Clivati ha sempre dichiarato di essere disponibile a fornire il vapore gratuitamente per favorire lo sviluppo della zona e abbattere la tariffa energetica delle famiglie. Adesso bisogna farlo.
Sulla Tirrenia, ieri, abbiamo fatto un grosso passo avanti su una proposta sardista. La Regione è autorizzata a partecipare alla gara per la Tirrenia; inboltre il Consiglio si è dichiarato favorevole alla raccomandazione di Soru di procedere rapidamente alla gara europea per gli oneri di servizio sulla Cagliari-Civitavecchia.
Sono stati approvati diversi  provvedimenti per contenere e stabilizzare il precariato e altri, su nostra proposta, per favorire i tirocini in impresa dei disoccupati.
Infine, è stato approvato l’emendamento di sintesi sulle liste d’attesa in sanità, argomento evidenziato dagli amici Riformatori e fatto proprio da tutta l’aula. Sempre su proposta dei Riformatori è stato approvato un emendamento che mira a liquidare tempestivamente i crediti che le imprese vantano con le Asl, con un contributo in conto interessi sulloo sconto bancario. La limitazione alle Asl, e non a tutto il sistema regionale, nasce dalla necessità di sperimentare l’efficacia del provvedimento.

2 Commenti

  • Ma di ferrovie non si parla? Ottana senza linea ferroviaria non avrà futuro!
    La politica deve capire e insistere su questo! ci vuole la ferrovia !

  • Ci fa cortesemente conoscere il testo dell’emendamento di sintesi degli emedamenti numero 314, 315, 18 al DL 219, a firma di Maninchedda, Zedda, Sabatini. Grazie.

Invia un commento