Ieri è stata licenziata per il parere finanziario la legge sul FITQ dei dipendenti regionali: si passa al contributivo

8 dicembre 2011 09:143 commentiViews: 15

112Ieri alle 22.00 la Prima Commissione ha approvato il testo della legge che riforma il FITQ (pensione integrativa che va ad aggiungersi a quella diretta erogata dall’Inps-ex Inpdap) dei dipendenti regionali. La riforma cristallizza i contributi versati al 31 dicembre 2011, li rivaluta secondo i paramentri del 2120 del codice civile e li iscrive nel conto individuale di ciascun dipendente. Nello stesso conto il dipendente verserà i suoi contributi a partire dal gennaio 2012. Sono fatte salve le pensioni in essere e quelle maturate al 31 dicembre di quest’anno. La norma prevede anche l’adeguamento ai principi (contributivo), alla sostenibilità finanziaria (modalità di contribuzione della Regione e del dipendente) e alla contrattazione generale (versamenti uguali in tutti i comparti, almeno per ciò che riguarda l’Amministrazione regionale, a partire da una soglia minima), dei fondi degli enti regionali.

3 Commenti

  • Bisogna dare atto che dopo un impegno di riforma del FITQ, richiamato prima dalla legge regionale 51 del 1978 e poi dalla 33 del 1984, finalmente si è provveduto a farlo. La comunicazione data dall’On.le Maninchedda fa sperare in una soluzione “equa”, parola magica in voga in questi giorni, (poi abbiamo visto che non lo era tanto-governo Monti), e faccio particolare riferimento alle indennità di posizione, perché correva di una certa vocina tesa a salvaguardare questo “SI” privilegio.

  • Egregio Orwell, capisco. Si vuole che questo sito sia un sito di ‘soluzioni’, magari ‘magiche’. Non ho questo potere. Faccio del mio meglio per produrre giustizia e sviluppo, ma non decido da solo. Il sito deve informare. Spesso solo questo sito dà informazioni di dettaglio che sui giornali non si trovano. Penso che debba continuare a farlo. Sono comunque anch’io dell’idea di concentrarci di più sulle soluzioni che sulle analisi. Quella del FITQ dei regionali è una soluzione (dolorosa, rispetto alle attese dovute al vecchio regime integrativo) che fa risparmiare la Regione rispetto a chi ha già un lavoro e una pensione, per destinare risorse a chi non ne ha. Forse non lo si è capito.

  • Paolo.
    Non entro nel merito.
    Mi era sembrato, di aver capito che Tu volessi calarti nella realtà quotidiana dei tuoi connazionali Sardi. Sopratutto quelli che non godono di uno stipendio mensile assicurato….. Magari, Regionale.
    Scusami…..ma e’ difficile, per chi non gode di queste fortune, leggere in continuazione i tuoi richiami a queste realtà.
    Capisco l’intento di voler denunciare ed informare…..ma sta diventando uno stillicidio che ricorda la differenza tra chi ha….e forse…dovrà o dovrebbe rinunciare a qualcosa in futuro……e chi invece ( chi ti legge) spesso non ha niente….o quasi.
    Tienilo presente. Per favore.
    Informaci, se vuoi, su cosa potremmo fare, in futuro…..ma Ti prego non limitarti a denunciare solo la realtà. E’ già abbastanza duro intuirla.
    Offrici se puoi delle soluzioni possibili.
    Saluti

Invia un commento