Il federalismo demaniale, le caserme e le spiagge

24 maggio 2010 07:443 commentiViews: 10

102Il 20 maggio il Governo italiano ha approvato il decreto legislativo sul federalismo demaniale. Eccolo. In sostanza, spiagge e caserme, per semplificare, passano a Regioni, Province e Comuni, che hanno l’obbligo di valorizzarle. Come sempre in Italia, l’attuazione può risultare o una grande opportunità o un grandissimo imbroglio, perché l’apporto dei privati, che in molti casi sarà necessario, sarà anche un incentivo a rapporti equivoci tra gli amministratori pubblici e gli imprenditori. Penso soprattutto a Cagliari, Sassari e Nuoro come luoghi di frontiera tra opportunità e imbroglio.

3 Commenti

  • Francesco Nieddu

    Ci sono tanti modi di essere “sardisti” e tanti modi per voler bene alla Sardegna. Come già ho scritto in altri tempi: meno Bellieni + internet; meno ideologie + economia. Siamo nel 2010 se qualcuno non se ne è accorto e viviamo in un mondo globalizzato, dove è importantissimo conservare la propria identità peculiare (è la nostra assicurazione sul futuro), ma è altrettanto importante aprirsi alle sinergie che può creare il commercio globale. Per attuare un vero cambiamento abbiamo bisogno di menti fresche, di giovani con la voglia di scoprire cosa in realtà sia lo scopo della politica, il mettersi a servizio della comunità per aiutarla a crescere e non viceversa come ora per ottenerne i favori. Una buona notizia, un germe di speranza io lo ho intravisto a Teulada. Un gruppo di giovani che ha deciso di rimboccarsi le maniche e cercare di cambiare le cose. Si chiamano Teulada Protagonista e hanno scelto di abbandonare gli steccati della contrapposizione sterile destra-sinistra (carcassa ormai di un modo di pensare vecchio di un secolo), per cercare di far tornare il cittadino al centro della scena. Partecipe delle scelte e non partecipato da novelli ducetti. In bocca al lupo ragazzi, siete la speranza per un futuro migliore.

  • Argyroflebs

    Mannaggia alla fretta, che devo andare a cercare voti, non come altri che quasi quasi non hanno neanche un partito.Volevo chiudere dicendovi proprio questo: sardisti di tutto il mondo unitevi e uniamoci e dimostriamo quanto siamo cresciuti e quanto ancora cresceremo. casa per casa a spiegare il nostro programma e la nostra linea politica.
    Poi vedremo se la politica seria e delle azioni concrete vinceranno sulla semplice propaganda e sulla critica gratuita.

  • Argyroflebs

    Sardisti di tutto il mondo uniamoci.
    Credetemi è veramente importante !!!
    In giro per la rete ci sono utenti disperati anzi DISPERATISSIMI.
    Non avendo altro da fare, scrivono addirittura interventi (naturalmente e adeguatamente supportati da commenti) rimarcando come il PSd’AZ sia ormai allo sbando. Con sussulti di dignità, dichiarano che “…Il sardismo è stato messo in un sacchetto, come fosse una sorta di polvere di zucchero da spargere sul pandoro della maggioranza antisarda e antimeridionale che governa il paese…”. Si strappano i capelli perché, nonostante l’impegno che ci mettono ( loro !), nel quadro politico del sardismo attuale non riescono a trovare omologhi dei nostri grandi padri.
    E poi la ciliegina sulla torta, loro ritengono che anche noi ormai abbiamo capito che: “… il problema è che il psdz non ha più identità. Il sardismo concreto lo sta facendo Soru, e loro, sono spaccati tra chi cerca poltrone (Sanna e Trincas) e chi vorrebbe essere il novello Soru senza averne ne il carisma ne le idee…” Infatti, sono talmente preoccupati e ci stanno vicino, al punto da notare che noi non partecipiamo più alle discussioni nel nostro sito.
    Fossi toscano direi: maremma ma..la, ma sono sardo e allora mi vengono in mente “ateras allegas”, ma est menzus a lassare perdere.
    Però pensandoci bene: ma questi i voti gli hanno già trovati o con tutto quel casino, che hanno all’interno del loro amato partito sinistrorso-sardista-con-avitamento-margheritiano non sanno più da che parte guardare? Ecco perchè hanno il tempo di girare in rete questi giorni, mischinos!

    mondo unitevi, uniamoci !!!!!!

Invia un commento