Ecco la proposta della Giunta per le Norme di attuazione dello Statuto vigente. Una postilla sull’energia.

13 marzo 2010 07:391 commentoViews: 9

320Ecco la proposta della Giunta sulle Norme di attuazione dello Statuto in materia di entrate. Occorrerà lavorarci sopra. Ad un primo sguardo risulta chiaro che sono norme maturate “come se” la legge 42 del 2009 (Federalismo fiscale) non ci fosse. Insomma, la Giunta preferisce dar corso all’attuazione piena dell’accordo del 2007 e poi negoziare sulla legge 42. Non è detto che abbia torto, ma non credo che sia un’impostazione giusta, posto che lo Stato e le altre Regioni a Statuto speciale stanno negoziando complessivamente su tributi e competenze.
Le proposte più significative della Giunta sono:
1) la Regione si accolla il sistema della Finanza locale senza chiedere soldi allo Stato (e già su questo ci sarebeb da ridire) e lo svincola dal Patto di stabilità. Inoltre, il calcolo del patto di stabilità viene fatto sui saldi regionali e non su quelli locali;
2) il bollo auto passa alla regione. Il resto è materia già nota.
Apprendiamo dai giornali che la Giunta ha varato le norme di indirizzo sull’energia. È vero che lo ha fatto sulla base della delega del Consiglio di cui alla legge 3 del 2009, ma è anche vero che nella passata legislatura l’uso-abuso della delega fatto in solitudine senza condividere con il Consiglio, come richiesto peraltro da una risoluzione, i contenuti principali se non il dettaglio dell’articolato, ha prodotto risultati che sono sotto gli occhi di tutti. Leggeremo, ma è chiaro che non voteremo più deleghe alla Giunta: la democrazia è una disciplina, non un optional.

1 Commento

  • Inopinato Liberale

    Leggeremo cosa contiene la delibera sull’energia.
    Di primo acchitto si è portati a pensare: bene! finalmente i sardi bloccheranno la colonizzazione delle concessioni.

    Mi domando però: la nazionalizzazione delle concessioni degli impianti da fonti rinnovabili può definirsi una politica liberare?

    La Regione è capace di fare impresa in maniera efficiente? È storicamente provato che no. Questa spa Sardegna Energia diventerà un carrozzone dove la politica determinerà le assunzioni?

    Cosa diremo a tutto quel folto gruppo di imprese piccole e medio piccole che da anni investono tutte le loro risorse e spesso capitali per realizzare impianti?

    Leggeremo …

Invia un commento