Gli asini non volano

Noi, però, vogliamo attenerci a un uso della lingua più aderente alla realtà: gli asini non volano. Questo è vero, si può sperimentare, vedere, toccare e constatare. (…) Io non posso promuovere una mobilitazione popolare perché sono un perseguitato dalla magistratura italiana e se convoco una riunione dicono che sto inquinando le prove e mi arrestano, ma i partitoni grattapalle dove sono? […]

Ora il dovere di Solinas è dimostrare che la sua continuità territoriale è migliore e più conveniente di quella di Careddu che lui ha annichilito per paura e superbia. Questo deve dimostrare, e questo dovrebbero ricordargli i giornali immemori (non parlo di Confindustria e della sua indignazione a basso costo su questa tragica politica regionale; taccio per l’obbligo del parce sepulto) […]

Gas, petto in fuori e cervello in dentro

Ma, per curiosità, si è accorto il Pd di essere all’opposizione di una Giunta che, in questa situazione eufemisticamente definibile ‘interlocutoria’ col Governo, aveva annunciato l’apertura dei cantieri nella primavera 2020? Risulta all’opposizione che quando la maggioranza dice balle l’opposizione debba farlo notare e non soccorrerla? Ma cosa sono maggioranza e opposizione, suvvia! Francia o Spagna purché se magna, questa è la loro politica, e il gas ha tante pietanze, briciole e commensali […]

Non si può vivere sommersi dal disgusto per l’egemonia della mediocrità e delle piccole logiche dei potenti di quartiere divenuti potenti di sistema. Oggi non è il giorno delle bugie; è la giornata delle ‘gambe corte’, cioè dell’evidenza delle bugie. Le raccontiamo. Ma dopo vorremmo dire due parole di conforto, per evitare che l’amarezza (nel vedere la Sardegna guidata da persone palesemente inadeguate, impegnate quotidianamente e sistematicamente a rovinarla) prenda il sopravvento e ci conduca all’assuefazione del male. Quindi, prima parte dedicata al dolore, seconda al piacere.

Continuiamo, nostro malgrado, a fare un resistente lavoro di svelamento delle rozze campagne di manipolazione cui i sardi sono sottoposti dai media e da certa politica, in particolare dal governo regionale.
Tutti ricorderanno il sensazionalismo, prima, e il trionfalismo, poi, intorno alla leggina approvata a dicembre per l’istituzione di una Task Force destinata allo smaltimento delle pratiche degli allevatori e dei pastori sardi accumulatesi in Argea. Costo stimato per il solo anno 2020, 1 milione di euro […]

Forse è bene ricordare un dato che molti cittadini della Repubblica italiana non conoscono. Oggi, se un Pubblico Ministero lo desidera, può indagare per anni su una persona senza notificargli alcun avviso di garanzia, cioè può spiarlo in attesa che commetta un reato. Illustro come ciò può avvenire […]

L’aereo e il recidivo

Si dice che chi torna a commettere azione riprovevole, cade nello stesso vizio, si macchia della medesima colpa, sia “recidivo”.  Essere recidivo non è quindi bella cosa. Il capo del villaggio era andato via. In quella piccola isola dell’arcipelago – come era noto a tutti – la gestione dei problemi era affidata dalla Comunità a […]

I quotidiani di questi ultimi giorni hanno prima annunciato un incontro tra la Ras e l’Ue a Bruxelles per oggi, 28 gennaio 2020, poi hanno cominciato timidamente a dire che l’incontro non era certo e infine hanno detto che è stato spostato. Un tempo i giornalisti avrebbero verificato se e con chi era stato fissato un appuntamento a Bruxelles. Oggi non lo fa più nessuno. Tuttavia, si possono fare delle verifiche e facendole scoprire che nessun appuntamento ufficiale era stato fissato […]

Sono convinto che, per comprendere cosa è stato davvero l’Olocausto, bisogna conoscere delle storie che riguardano singole persone, con le loro vite devastate, e lasciarsi condurre all’inferno. Due libri e due storie, una tragicamente italiana […]

Detto questo, mi sento di dire ai consiglieri regionali di opposizione che questa è l’unica strada: opposizione dura, senza mediazioni, senza ciance, perché il degrado istituzionale e politico rappresentato dall’azione di questa maggioranza e di questa Giunta, l’indifferenza al diritto e l’impunità diffusa sono così gravi e profonde da richiedere fermezza e disciplina nel resistere. La disciplina è non negoziare nulla sotto banco, non chiedere favori, cortesie, attenzioni, emendamenti in finanziaria ecc. Nulla. […]