Politica

Con nuove perquisizioni  si infiamma la campagna elettorale
Politica

Con nuove perquisizioni
si infiamma la campagna elettorale

Non potranno dire che non si aspettavano la visita pre-natalizia degli agenti di polizia giudiziaria i 19 consiglieri regionali (in carica ed ex) sottoposti a perquisizione su richiesta della Procura della Repubblica di Cagliari.

La voce girava e i timori pure, almeno di chi potrebbe avere parecchie grane.

L’indagine è sempre quella relativa all’uso scorretto dei fondi assegnati ai gruppi politici dell’assemblea legislativa sarda nella passata legislatura, ovvero peculato.

I conti elettorali fatti senza le donne
Politica

I conti elettorali fatti senza le donne

di Paolo Maninchedda
Ho letto su un quotidiano sardo che un partito avrebbe ufficializzato la propria lista per l’Ogliastra, composta da due uomini.
Una lista simile, se fosse presentata, verrebbe esclusa.
Infatti, l’art. 4, comma 4, della legge statutaria elettorale regionale (legge regionale n.1/2013) recita: “4. In ciascuna lista circoscrizionale, a pena di esclusione, ciascuno dei due generi non può essere rappresentato in misura superiore a due terzi dei candidati; si arrotonda all’unità superiore se dal calcolo dei due terzi consegue un numero decimale”.
Ne consegue che in Ogliastra la lista sarà composta da un uomo e da una donna; a Sassari le donne non sarannno meno di 4, in Gallura, nel Sulcis, a Oristano, a Nuoro e nel Mediocampidano non saranno meno di 2, a Cagliari non saranno meno di 6.

Vuoi vedere che vinciamo
Politica Stato sardo

Vuoi vedere che vinciamo

di Paolo Maninchedda

Ieri, al teatro Massimo, abbiamo letteralmente occupato uno spazio inconsueto: il foyer di un teatro dove alle 20 doveva andare in scena un galà della Croce rossa. Noi, mentre arrivava la gente, eravamo lì a parlare di indipendenza e di Stato. Per la prima volta la borghesia cagliaritana ha scoperto che gli indipendentist sono normali, non mordono, hanno le idee chiare e saprebbero governare meglio di tanti partiti tradizionali.

La Sardegna non merita le briciole dei fondi europei
Economia Politica

La Sardegna non merita le briciole dei fondi europei

972 milioni di euro di fondi europei destinati alla Sardegna nel periodo 2014-2020 sono una buona base sulla quale cercare di stimolare il sistema economico? C’è chi tira un sospiro di sollievo perché poteva anche andare peggio: Confindustria parla di risultato positivo in virtù di un sostanziale mantenimento delle risorse rispetto al sessennio 2007-2013. La realtà è che si tratta di briciole rispetto alla torta di quasi 23 miliardi di euro che si spartiranno le regioni meno sviluppate…

I vassalli di periferia
Politica

I vassalli di periferia

Con buona pace della sventolata autonomia dalle romane stanze dei bottoni, Pd e Pdl in Sardegna gettano la maschera e […]

Lotta alla peste suina. Regione allo stato brado
Economia Politica

Lotta alla peste suina. Regione allo stato brado

Se dal 1978, anno della comparsa del primo focolaio, ad oggi la peste suina in Sardegna non è stata completamente debellata, qualcosa non è mai andata nel verso giusto in termini di prevenzione e di lotta all’allevamento brado. Evidentemente così la pensano l’Unione Europea e il Ministero della Salute che nei mesi scorsi hanno formalmente messo la Regione sul banco degli imputati. Le accuse: non aver rispettato gli impegni assunti; aver emanato provvedimenti non in linea con le regole nazionali e comunitarie; non essersi dotata di una struttura con poteri decisionali adeguati a fronteggiare l’emergenza.