Politica

Lectura domenicalis: Letta e Predi Antiogu
Editoriale Politica

Lectura domenicalis: Letta e Predi Antiogu

di Paolo Maninchedda
Oremus fratres.
Letta ieri mi è piaciuto. Il fatto che tutto il personale di Palazzo Chigi lo abbia applaudito all’uscita, mi pare significhi qualcosa sulla sua persona.
Mi dicono che ha anche sangue sardo (sangue freddo però, non caldo come il nostro). E allora ho pensato: “Vuoi vedere che ieri gli è venuta in mente ‘S’iscomuniga de Predi Antiogu arrettori de Masuddas’?
Il senatore Francesco Sanna (o deputato? no m’arregordu) la conosce benissimo (me ne recitava pezzi interi in Consiglio regionale). Per i pochi che non la conoscono, la ‘Sgomuniga’ è un testo anonimo in ottonari, la cui prima stampa risale al 1879 (ma il testo è sicuramente più antico); ve ne sono diverse edizioni in commercio (lo studio migliore è quello del Wagner del 1942), la più famosa delle quali è curata da Antonello Satta per le Edizioni della Torre.

Il nuovo governo italiano e Beautiful
Politica

Il nuovo governo italiano e Beautiful

di Paolo Maninchedda
Oggi il Sole 24 Ore titola in prima pagina: “Giovani e donne: nasce il Renzi 1”. Già il numeretto la dice lunga; suggerisce infatti che, secondo il giornale degli industriali italiani questo è solo il ‘primo’ governo Renzi.
Altro titolo, esplicitamente critico: “Da De Gasperi a Beautiful: la speranza di essere clamorosamente smentiti”. Poi si legge e si capisce che, secondo il quotidiano economico il governo Renzi soddisfa più le esigenze estetiche dello showbiz che non le reali esigenze del Paese. Ovviamente il giornale spera di essere smentito dai fatti.

La Sardegna e le palle alzate basse
Politica

La Sardegna e le palle alzate basse

di Paolo Maninchedda
Sulla Giunta regionale, Novella 2000 fa un baffo ai quotidiani sardi, con logiche veramente stringenti (per gli psichiatri).
Nel frattempo lo Stato italiano (che, per fare un esempio banale ma concreto, ci deve dare 153 milioni di euro per cassa integrazione e mobilità, e non ce li dà, e noi non sappiamo prenderceli) ci fa il sederino come un peperoncino. Come? A tasse.
L’ultima trovata del Governo-italiano-spremiuomini era talmente grossa che l’hanno dovuta revocare. Il Governo Spremi-e-muori si era messo in testa a luglio dell’anno scorso di applicare una ritenuta del 20% su tutti i bonifici provenienti dall’estero (ricordatevi quanti sardi ci sono all’estero). In pratica, un dazio bancario. Ieri se lo ha dovuto rimangiare.

Era meglio morire da piccoli
Politica

Era meglio morire da piccoli

Paolo Maninchedda
Ho trascorso la giornata di ieri a difendermi da giornalisti che non sapevano cosa scrivere, perché non c’erano notizie, e che dunque, come dal barbiere per la formazione del Cagliari, si sono messi a fare il toto-Giunta (toto-Giunta che è sempre uno Smonto-Giunta).
Poi al rientro a casa mia moglie mi ha detto che sono sempre fuori di casa…….. (mie figlie mi hanno rivolto un generico “Ciao”).