Elezioni

Sesso raccontato e politica praticata
Elezioni Informazione Politica

Sesso raccontato e politica praticata

Ma l’unico fatto nuovo è che mentre altrove si chiacchiera, noi organizziamo le Primarias e organizziamo il primo referendum sulla coscienza che i sardi hanno di sé stessi. Ben altro che pettegolezzi, attese e comitati elettorali. Spiegavo a alcuni giovani ieri che tra la fatica dei fatti e la manipolazione delle chiacchiere passa la stessa differenza che corre tra la dignità del sesso praticato e la volgarità del sesso raccontato. (LEGGI)

Votiamo tutti. Cabadderis contra barones
Elezioni Politica

Votiamo tutti. Cabadderis contra barones

Votiamo tutti, cambiamo tutto. Le Primarias così organizzate fanno paura ai subordinati al proconsole della Lega, perché alle Primarias non si tratta di mettersi in fila a chiedere la grazia, ma di mettersi a correre per testare la propria credibilità. Due domande al Pd.
Che cosa intenderebbe fare il Pd dell’Ats? Noi, se vincessimo le elezioni, la raderemmo al suolo (…) Seconda domanda: quali sono i rapporti reali tra il Pd e la magistratura? (LEGGI)

Simbolo Partito dei Sardi 70X100cm GM131106
Elezioni Politica

Le nostre primarie: anche on line

Stiamo chiudendo gli accordi con una società specializzata per far votare on line alle Primarias – Primarie Nazionali della Sardegna.
Sappiamo che è un fatto nuovo e rivoluzionario. I prepotenti che vorrebbero zittirci a parolacce e accuse generiche troveranno pane per i loro denti. Noi contestiamo lo spirito di minorità diffuso tra i sardi, che induce alcuni a cercare sempre il protettore italiano per rappresentare i diritti e i bisogni. Noi siamo per una Sardegna di liberi responsabili (LEGGI)

Vincere le elezioni e salvare i risparmi dei sardi
Elezioni Politica

Vincere le elezioni e salvare i risparmi dei sardi

La Lega ha preso in Alto Adige un miserevole 11%; il Movimento 5 Stelle, diviso, non arriva al 20%. Sono dati che ci dicono che anche in Sardegna noi possiamo vincere, basta non avere paura. I sondaggi, che facciamo e leggiamo, ci dicono che dobbiamo combattere perché possiamo vincere, soprattutto facendo le Primarias. Occhio ai conti correnti: è pronta la manina. (LEGGI)

Astenersi prepotenti e perditempo
Elezioni Politica

Astenersi prepotenti e perditempo

Esistono anche i sardi liberi, che non devono chiedere un favore a nessuno, che hanno subito persecuzioni giudiziarie di chiara origine e orientamento politico e mai una cortesia giudiziaria, che non amano né il lusso né il denaro, che non fraintendono l’amicizia con la complicità, che non opprimono gli amici e i conoscenti con insane ambizioni, che hanno un sano desiderio di liberare il cielo da un certo politico parassitario. A questi sardi sono rivolte le primarie nazionali della Sardegna. (LEGGI)

Decide la Sardegna, non WhatsApp
Elezioni Politica

Decide la Sardegna, non WhatsApp

In Brasile le elezioni sono state intossicate da milioni di messaggi WhatsApp pieni di notizie false. In Sardegna si ha paura di far votare i sardi sui candidati alle regionali. Meglio l’incontro reale con una persona che vota e lotta che centomila messaggini falsi e accattivanti. Il 16 dicembre sarà rivoluzione di libertà.
(LEGGI)

Lo spirito della rivoluzione
Elezioni Politica

Lo spirito della rivoluzione

Noi vogliamo fare una rivoluzione.
L’ordine dei poteri, per come è strutturato in Sardegna, è sommamente ingiusto, limita i diritti e la libertà delle persone, comprime lo sviluppo, fa fuggire chi sa fare, fa scapapre gli imprenditori, trasforma i sardi in consumatori, ruba i mestieri e le intelligenze, lascia incolte le campagne, manipola le persone, avvelena le catene alimentari, costringe all’emigrazione i giovani.
Le prossime elezioni sarde sono per noi uno strumento legale per cambiare completamente l’ordine delle cose. (…) Per il resto, abbiamo rispetto di tutti, ma conosciamo tutti e sappiamo chi è un vero compagno di viaggio rivoluzionario. Non può stare con Angioy chi ha in casa Pitzolo. In sardo si dice: zente cun zente e fae cun lardu. (LEGGI)