Autore: Paolo Maninchedda

Porcherie giornalistiche torinesi e sarde. La Nuova Sardegna di Ozieri gioca molto sporco
Politica

Porcherie giornalistiche torinesi e sarde. La Nuova Sardegna di Ozieri gioca molto sporco

di Paolo Maninchedda
Non è un segreto che la stampa è in crisi di moralità. Ma ciò che è accaduto in questi giorni supera ogni immaginazione.
Primo esempio: arriva il corrispondente della Stampa di Torino, Giuseppe Salvaggiuolo, e scrive che “Pd e PDl sarebbero allarmati per il sondaggio sulla fiducia popolare (?????) che la proietta in testa alle prossime elezioni regionali”. Quale sondaggio? Sembra di capire quello dell’Unione. Ma il sondaggio dell’Unione non dice che la Murgia è in testa, ma anzi che sta perdendo ed è dietro agli altri competitori, Cappellacci e Pigliaru.

La Sardegna: femmina e madre
Cultura Politica

La Sardegna: femmina e madre

La politica è roba da uomini…. lo si intuisce dai posti nelle liste destinati alle donne.
Ma la Sardegna è femmina e soprattutto madre e io credo che in politica ci sia bisogno di femminile, di morbidezza e di cura. Accanto al maschile. Per completarlo.
E come tutte le madri penso che anche la nostra Sardegna sappia che il più grande dono che possiede non sia il mare o la montagna, ma siano i suoi bambini, a cui tutti abbiamo il dovere di ridare speranza e futuro.
Come Psicologa mi prendo cura dei bambini per mestiere e per scelta.
Come per scelta si decide di impegnarsi in politica in un momento in cui non ci crede quasi più nessuno, togliendo tempo e spazio ai figli tuoi, per provare a ridare dignità al tempo e allo spazio dei figli di TUTTI!
La vera sfida sarà questa allora: ripartire dalla qualità della loro istruzione, della loro formazione, della loro cultura.
E proviamoci davvero a ripartire. Con umiltà e senso di responsabilità. Come fanno le madri, rimanendo spesso in silenzio.

Philomena
Cinema Politica

Philomena

Commuove, diverte e fa pensare Philomena di Stephen Frears. I flashback ci riportano all’Irlanda del 1952, Philomena resta incinta adolescente, […]

Sardi fottuti dalle lobby. Dov’è la Giunta regionale? A pranzo con le lobby
Politica

Sardi fottuti dalle lobby. Dov’è la Giunta regionale? A pranzo con le lobby

Il Presidente Cappellacci non ha mai contato nulla nei palazzi romani. Questo è il suo insuccesso più grande. La Sardegna non è esistita per cinque anni a nessun tavolo. L’ultima conferma è arrivata in questi giorni.
Noi Sardi abbiamo perso l’Alcoa per il caro-energia.
Noi Sardi abbiamo difeso Ottana contro E.ON, favorita dal Governo italiano e da Cappellacci e Liori.
Chi guidava il Dipartimento Energia del Ministero dello Sviluppo Economico? Uno che noi conosciamo bene, un nemico storico della Sardegna, uno con cui io ho combattuto a mani nude, da solo: Leonardo Senni.

Still life
Cinema

Still life

La solitudine è la tematica di questo piccolo film di Uberto Pasolini, produttore qualche anno fa del film Full monty […]

Si è tanto abituati al peggio che non si riconosce il cambiamento
Editoriale

Si è tanto abituati al peggio che non si riconosce il cambiamento

di Paolo Maninchedda
Quando ero giovane fui uno dei primi a inventare la regola delel due legislature. Mi inimicai tutti i papaveri del Partito Popolare.
Nel codice etico del Partito dei Sardi, scritto da me e Franciscu, abbiamo inserito il limite dei due mandati senza minchiate di deroghe, derogucce e deroghette. Io non mi candido per scelta, perché l’ho voluto e l’ho scelto.
Ebbene, lo dicevo da sempre, l’ho ripetuto e l’ho fatto.