Autore: Paolo Maninchedda

Figura 2
Salute

Infezione da HPV: screening e/o vaccino?

di Cristina Mocci
L’HPV (papilloma virus umano) è un virus a DNA appartenente alla grande famiglia delle Papillomaviridae, virus in grado di causare diverse infezioni nell’uomo. All’interno di questa ampia famiglia vi sono diversi genotipi, cioè virus caratterizzati da un preciso patrimonio genetico, che provocano specificamente un’infezione della cervice uterina (o collo dell’utero), che la maggior parte delle donne contrae almeno una volta nella vita. L’infezione con uno dei genotipi di HPV non protegge dall’infezione con gli altri genotipi. Vi è quindi la possibilità di essere infettati da più di un virus contemporaneamente.

La paura delle donne
Politica

La paura delle donne

Ieri mi è stato spiegato che avrei sbagliato nell’interpretazione del comma 4 dell’art.4 della Legge elettorale statutaria n.1 del 2013.
Il comma recita: “”4. In ciascuna lista circoscrizionale, a pena di esclusione, ciascuno dei due generi non può essere rappresentato in misura superiore a due terzi dei candidati; si arrotonda all’unità superiore se dal calcolo dei due terzi consegue un numero decimale”.
Ovviamente non vi è alcun problema a calcolare quante donne debbano essere in lista quando il numero dei candidati è un multiplo di 3. Ma quando non lo è, allora, sostengono coloro che ieri mi hanno contestato, si deve arrotondare il decimale dei due terzi, non quello del terzo rimanente. Mi spiego con un esempio.
Nella circoscrizione del Sulcis il numero dei candidati è 5; 5 diviso 3 dà 1,6. 1,6 per 2 (calcolo dei due terzi) dà 3,2. Giacché la legge prevede che si arrotondi all’unità superiore, da 3,2 si passa a 4 e così la lista del Sulcis potrebbe essere composta da 4 uomini e una donna o (molto più improbabilmente) da quattro donne e un uomo.

Sanità sarda: cure o dirigenti?
Politica

Sanità sarda: cure o dirigenti?

Ieri i dati pubblicati dal Sole 24 ore dicono con chiarezza una cosa: la sanità sarda è una sorta di welfare di lusso, un pezzo dell’intervento pubblico in economia non per produrre ricchezza ma stipendi.
In Sardegna abbiamo il 72% del personale in più, rispetto alla popolazione, della Lombardia. La Lombardia ha sei volte e mezzo la nostra popolazione ma distribuita meglio sul territorio; sarebbe dunque giusto pensare che presidiare un territorio a bassa densità di popolazione, richieda più personale. Ma la sproporzione è eccessiva. Emerge con chiarezza calcolando il numero dei dipendenti Asl per KM2: la Lombardia ha un dipendente ogni 4,3 Km2, mentre la Sardegna ne ha 1 ogni 0,9 km2. C’è qualcosa che non va. Di che si tratta, allora? Troppi infermieri? Troppi Oss? Troppi ausiliari?. NO, i dati restituiscono una realtà diversa.

Sovranità: la Sardegna parla, il Trentino realizza
Politica

Sovranità: la Sardegna parla, il Trentino realizza

Come ogni anno, il Trentino, nella legge di stabilità, conquista poteri e funzioni con una facilità pari alla diversa competenza politica delle sue élite di governo e parlamentari.
Quest’anno la vendemmia di poteri sovrani del Trentino (art.1, commi 335-345 della Legge di stabilità) riguarda
– le funzioni relative alle agenzie fiscali dello Stato;