Autore: Paolo Maninchedda

La domanda che la Sinistra sarda non vuole
Politica

La domanda che la Sinistra sarda non vuole

È lì che attende una risposta da decenni, ma la Sinistra non la dà.
La domanda è: perché in Scozia, in Catalogna, in Germania, in Belgio, la Sinistra accoglie il tema della nuova sovranità, della nuova Europa, in una parola, dell’emancipazione dalla geopolitica europea dalle rigidità dell’Ottocento, e qui in Sardegna, invece, è tanto ottocentesca da apparire romantica?
Perché si tappa gli occhi di fronte alla slealtà di Stato, fa finta di non vedere la slealtà fiscale, fa finta di non vedere uno Stato che non paga 153 milioni di assegni di mobilità e quando trova una Regione che li anticipa, come la Regione Sardegna, la costringe a contare queste anticipazioni dentro il Patto di Stabilità?

Per non tornare indietro
Politica

Per non tornare indietro

di Paolo Maninchedda
Ho letto stamane i resoconti del dibattito in Aula di ieri sulla riforma del titolo V, al quale non ho potuto partecipare.
Capisco che giacché si parlava della Costituzione italiana non si poteva parlare di altro. E capisco che nella costituzione italiana la Nazione sarda non esiste, né esiste il diritto all’autodeterminazione del popolo sardo, né esiste il diritto all’autogoverno.
Però, però, però: detto tutto questo noi abbiamo un’idea della Nazione sarda, della nostra sovranità, del nostro diritto all’autogoverno, della nostra modernità europea che devono sempre essere messi in evidenza.

Acqua – Abbanoa: proviamo a unire partecipazione ed efficienza
Politica

Acqua – Abbanoa: proviamo a unire partecipazione ed efficienza

Giovedì prossimo mi confronterò con il Consiglio delle Autonomie Locali, con l’Anci e con i sindaci dei comuni capoluogo, sul presente e sul futuro di Abbanoa. Mercoledì 16, invece, mi confronterò sullo stesso tema con i sindacati confederali. Devo fissare un’altra data per gli altri sindacati.
L’obiettivo è costruire una modalità di partecipazione dei comuni al processo (rapido) di revisione normativa dell’intero processo dell’acqua. Abbiamo un perimetro certo: l’acqua deve rimanere pubblica, deve rimanere a stretto contatto con i Comuni, deve trovare modalità e assetti gestionali più efficienti.

Che cosa ho detto ieri
Politica

Che cosa ho detto ieri

Ieri non sapevo di parlare anche di fronte alla stampa. Mi ci dovrò abituare.
Alcune frasi pubblicate non sono esatte.
Ho detto che a fronte di 3,4 miliardi di euro per la sanità, il Patto di stabilità ammonta a 2,176 miliardi per tutte le altre spese, con 300 mln in meno rispetto alla soglia delle cosiddette spese fisse della Regione.
Ho detto che si è registrato anche un minor flusso sulle entrate complessive dovuto al diminuire del Pil.
Ho detto che a fronte di 153 mln di euro necessari per pagare la mobilità 2013, noi ne abbiamo anticipato 53 mln a partire da questo mese, per cui sono mancati all’appello nelle tasche dei sardi 100 mln di euro.

Balle di Barbagia
Politica

Balle di Barbagia

Mi fanno notare questo articolo: Comitati liberi cittadini: “Maninchedda è sovranista a corrente alterna”, ripreso poi da Sardiniapost. Ovviamente non […]